fbpx
venerdì, Marzo 24, 2023

Ridges Trail: vittoria di Alessandro Sogne e Ornella Bona

Doppietta bellunese con Sogne e Bona nella prova lunga (20 km) del Ridges Trail 2023 che ha percorso i sentieri di cresta dei 5 colli attorno a Vittorio Veneto. I vittoriesi Pierojean Tonin e Chiara Lamberti trionfano invece nella prova corta (12 km).

Ridges Trail 2023 Vittorio Veneto
Ridges Trail 2023 | Vittorio Veneto

Vittorio Veneto (Treviso), 12 febbraio 2023 – Sentieri scoscesi, gran paesaggi, la voglia di rimettersi in moto approfittando di un trail che promette di diventare un classico d’inizio stagione. «Un’edizione zero, con l’obiettivo di crescere gradualmente», l’hanno definita gli organizzatori della Scuola di Maratona. Tra poco più di un mese, il 19 marzo, sono poi attesi dall’impegno organizzativo della Maratonina della Vittoria, la tradizionale mezza maratona di Vittorio Veneto, e la settimana successiva dal Trail del Patriarca.

Oltre 400 atleti si sono presentati al via del Ridges Trail 2023, la nuova corsa in ambiente naturale con partenza e arrivo all’area Fenderl, ad un tiro di schioppo dal centro di Vittorio Veneto. Oggi la gara ha regalato emozioni e impareggiabili vedute a tanti appassionati della disciplina, raccogliendo l’eredità del trail autogestito, una sorta di ritrovo tra amici che per lungo tempo ha aperto la stagione della Scuola di Maratona.

Ridges Trail 2023 – gara lunga

Il bellunese Alessandro Sogne è stato il primo a giungere al traguardo nella prova lunga. Ha impiegato poco più di due ore per completare la versione “a cinque creste” del Ridges Trail 2023 che si sviluppava sulla distanza di 20 km con 1400 metri di dislivello positivo, collegando il Colle San Paolo (325 metri sul livello del mare), il Monte Altare (435 metri), il Colle Bigontina (430 metri), il Monte Piai (530 metri) e il Monte Baldo (587 metri). Un giro panoramico attorno alla città, senza fretta ma che non ha risparmiato passaggi impegnativi, adatti ad atleti allenati e abituati ai sentieri di montagna.

Sul podio, con Sogne, sono saliti i trevigiani Marco Piccin e Jorge Torres Montero. Quarto posto per Manuel Menegon, quinta piazza per Ivan Geronazzo, mito del trail running nostrano. Al femminile, vittoria sui cinque colli per la bellunese Ornella Bona davanti a Valeria Gasparini e Lara Bailo. Ai piedi del podio, Mariangela Curini e Benedetta Polentes.

Ridges Trail 2023 – gara corta

Pierojean Tonin, vittoriese Doc, è stato invece il primo a concludere la versione “a tre creste” del Ridges Trail 2023. Un tragitto più breve, ma ugualmente impegnativo, che si è sviluppato per 12 km con 800 metri di dislivello, toccando il Colle San Paolo, il Monte Altare e il Monte Baldo. Tonin è giunto al traguardo in 1h17’, precedendo Andrea Taffarel e Andrea Rech. Tra le donne, leadership per Chiara Lamberti, portacolori della Scuola di Maratona, che ha preceduto Silvia Tomasella e Chiara Mares.

Ridges Trail 2023 Vittorio Veneto
Ridges Trail 2023 | Vittorio Veneto | la partenza

Classifica Ridges Trail 2023

Non è stata fatta alcuna classifica al Ridges Trail 2023. Sono stati semplicemente rilevati i nomi dei primi classificati. Per quest’anno, essendo un’edizione zero, la manifestazione aveva carattere non agonistico.

Ridges Trail 2023 Vittorio Veneto
Ridges Trail 2023 | Vittorio Veneto | premiazione femminile
Ridges Trail 2023 Vittorio Veneto
Ridges Trail 2023 | Vittorio Veneto | premiazione maschile

I sentieri di Vittorio Veneto

Il Ridges Trail 2023 è stato inoltre l’occasione per sistemare e ripulire i sentieri attorno a Vittorio Veneto, così da farli diventare praticabili a chiunque e in ogni momento dell’anno. Un obiettivo condiviso con il progetto Naturalmente Vittorio Veneto, portale (www.naturalmentevittorioveneto.it) in cui sono disponibili le informazioni per sfruttare tutto l’anno, e con svariate modalità, i bellissimi itinerari attorno alla città.

La Scuola di Maratona di Vittorio Veneto

Soddisfatto Ivan Cao, presidente della Scuola di Maratona. «Il Ridges Trail 2023 è stato un test organizzativo e l’abbiamo superato in pieno. È andato tutto per il meglio: abbiamo trovato una giornata splendida dal punto di vista meteorologico e gli atleti sono rimasti colpiti dai percorsi. Abbiamo ricevuto tantissimi complimenti, qualcuno mi ha detto che non gli sembrava di correre a Vittorio Veneto, perché abbiamo percorso sentieri veramente inediti. Apprezzato anche il ricco terzo tempo che costituiva una caratteristica del vecchio trail autogestito e abbiamo voluto mantenere. Alla luce di questa esperienza, possiamo dire che il Ridges Trail ha un bel futuro. Ma intanto adesso inizia il conto alla rovescia per la mezza maratona e il Trail del Patriarca che ci attendono a marzo».

RELATED ARTICLES

Most Popular