fbpx
domenica, Dicembre 4, 2022

San Fermo Trail: Francesco Puppi e Sara Bottarelli campioni italiani di trail corto a Borno

A Borno (Bs) sono stati assegnati i titoli tricolori di trail corto, medaglie che vanno al collo dei vincitori del San Fermo Trail, Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana) e Sara Bottarelli (Free Zone).

Borno_2016_San_Fermo_Trail_Puppi_Rambaldini_Manzi_ph_Giuseppe_Lussana_rid
Francesco Puppi con Alessandro Rambaldini ed Emanuele Manzi – ph. credit Giuseppe Lussana

Borno (Bs), 21 agosto 2016 – Non c’è storia, il titolo tricolore di trail corto porta il nome di Francesco Puppi, giovane atleta dell’Ateltica Valle Brembana (classe 1992), reduce dal terzo posto della prestigiosa Sierre Zinal. È questo il risultato della San Fermo trail di Borno, quest’anno scelta dalla Fidal per assegnare il titolo tricolore di trail corto. L’atleta arriva per primo al rifugio San Fermo in poco meno di 45 minuti e mantiene la testa della classifica staccando Emanuele Manzi e Alessandro Rambaldini, campione del mondo uscente lunghe distanze.

L’ingresso in piazza Giovanni Paolo II non è una sorpresa perché il podio disegnato in quota è quello che chiude la gara: dopo 1 ora 57 minuti e 3 secondi la folla tributa un lungo applauso per il giovanissimo Puppi, campione italiano di trail corto. Dietro a lui Emanuele Manzi, staccato di un minuto e 50”, terzo posto invece per Alessandro Rambaldini che chiude la sua gara in 2h03’07”.

Borno_2016_San_Fermo_Trail_ passaggio sara bottarelli credit Giada Simonetti
Sara Bottarelli – ph. credit Giada Simonetti

Per quanto riguarda la corsa rosa è Sara Bottarelli a guadagnare (e mantenere) la testa della classifica. Passa per prima al rifugio San Fermo in 55’30” e resta saldamente al comando per tutta la corsa. Dietro a lei Gloria Giudici e Lisa Buzzoni. Il primo passaggio in quota però non è la fotografia degli arrivi in piazza: la Bottarelli è oro tricolore con il tempo di 2h25’13” e mette in fila Debora Cardone (2h26’08”), prima quarta, poi terza e infine medaglia d’argento e Gloria Giudici (2h26’50”).

Tracciato allungato rispetto agli scorsi anni, da 18 a 23 chilometri per consentire al campionato italiano di approdare qui, 1400 metri di dislivello, 190 partenti. Il sole fa capolino quando la gara è già partita, ma il clima è di festa dal primo all’ultimo minuto. La piazza gremita già alla partenza regala la bellissima fotografia di questa giornata, fortemente voluta dall’Evolution Team. Per Borno è un 21 agosto di festa, di sport, di montagna e di amicizia.

Si ripeterà, è già certo, anche il prossimo anno: «Siamo soddisfatti – commenta a caldo l’organizzazione -, il percorso modificato e poi reso ancora più tecnico dalla pioggia di sabato ha regalato emozioni e sorprese. Siamo contentissimi perché la gara si è dimostrata di altissimo livello e l’anno prossimo contiamo di fare ancora meglio. Un ringraziamento doveroso ai tantissimi volontari che ci hanno aiutato, siamo una grande squadra».

Sfoglia le foto:

[smart-grid row_height=”120″ mobile_row_height=”120″ captions=”false” title=”false” share=”false”]

[/smart-grid]

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular