Banner alto

Banner alto

Scaldagambe Winter Trail: bis di Cristian Minoggio e Cecilia Pedroni

Condividi su:

Un fiume di quasi mille atleti ha percorso, partendo da Carvico (Bg), mulattiere e sentieri del monte Canto, partecipando alla 5ª edizione della Scaldagambe Winter Trail griffata Carvico Skyrunning. Nella 32 km ha primeggiato Cristian Minoggio che ha messo in fila Danilo Brambilla e Luca Rota. In ambito femminile Cecilia Pedroni. Nella 16 km affermazione di due fra i più promettenti giovani del panorama nazionale, Luca Del Pero e Martina Bilora. classifica

Il podio della 32 km con Cristian Minoggio, Danilo Brambilla e Luca Rota – ph Diego Degiorgi

Cristian Minoggio e Cecilia Pedroni padroni della 32 km

Dividendosi nel periodo invernale fra gare scialpinistiche e corsa, Cristian Minoggio rimane protagonista sui terreni di montagna. Con la divisa arancione di Serim ha completato il tracciato in 2h31’14”. A dargli del filo da torcere nelle prime fasi di gara ci ha pensato Danilo Brambilla (Falchi Lecco), che ha chiuso in seconda posizione in 2h39’30”. Terza piazza per un altro grande favorito della vigilia, Luca Rota (team Serim), 2h39’31” il suo tempo. Nella top ten Stefano Bogni, Luca Arrigoni, Stefano Butti, Christian Nodari, il re del Tor des Géants Oliviero Bosatelli, Cristian Camanini e Marco Marchesi.

La gara in rosa ha incoronato Cecilia Pedroni, compagna di squadra di Minoggio nel team Serim nonché vincitrice delle Italy Series. La brianzola all’esordio stagionale si è imposta con il tempo finale di 3h28’53”. Con lei sul podio Silvia Boroni, seconda in 3h33’41”, e Laura Coloru (Atletica Robur Barbarano) terza in 3h36’11”.

scaldagambe

Cecilia Pedroni in testa alla 32 km – ph Diego Degiorgi

Luca Del Pero e Martina Bilora mettono il sigillo sulla 16 km

Completando il tracciato in 1h06’49”, Luca Del Pero, tesserato per i Falchi Lecco, entra nell’albo d’oro della Scaldagambe 16 km. Al secondo posto si è classificato Andrea Rota di Osa Valmadrera, fermando le lancette su 1h08’36”. Terza piazza per Benedetto Roda, vincitore uscente; 1h09’15” il tempo fatto registrare dall’atleta della Carvico Skyrunning che ha corso sulle strade di casa. Nei migliori dieci Cristian Terzi, Stefano Villa, Alessandro Riva, Roberto Antonelli, Marco Zanga, Dario Rigonelli e Filippo Bontempi.

In rosa il successo è arriso a Martina Bilora, portacolori del Gefo K Team di Olginate, con il finish time di 1h22’20”. Seconda è giunta Elena Caliò del team Pasturo, accusando un ritardo di oltre 9 minuti (1h31’34” il suo crono). Terza classificata Viviana Marri dello Scott Ocr Team Italy in 1h33’48”. Nelle top dieci Alessia Zanotti, Ivonne Buzzoni, Claudia Sottocornola, Rossella Palini, Simonetta Palazzani, Sara Toloni e Nadia Nicola.

Il presidente della Carvico Skyrunning Alessandro Chiappa

«Quando vediamo che un nostro evento diventa, per i trail runner, una vera festa, la soddisfazione è massima. Ogni sforzo – commenta Chiappa – viene ripagato nel vedere gli atleti stanchi ma sereni e sorridenti». La Scaldagambe è cresciuta a livello di numeri, 818 gli iscritti alle due prove competitive, alle quali va ad aggiungersi la nuova 10 chilometri aperta a tutti che ha visto al via 153 partecipanti. È cresciuta anche in fatto di sostenibilità ambientale: al pasta party non è stata utilizzata alcuna bottiglia di plastica. Ci si è riforniti con bicchieri di carta tramite l’impianto di erogazione fornito da Hidrogest. Sul percorso è stato reso obbligatorio l’uso di un proprio bicchiere da trail per attingere ai rifornimenti. «Il nostro grazie va alle associazioni e ai volontari, un centinaio, che hanno contribuito in maniera fondamentale alla buona riuscita dell’evento, agli sponsor e a tutto il team Carvico Sky».