Banner alto

Banner alto

Scialpinismo: federazione internazionale e La Grande Course uniscono finalmente le forze

Condividi su:

La Federazione internazionale di sci alpinismo (ISMF) e La Grande Course (LGC) – l’organizzazione delle tradizionali gare di lunga distanza nelle Alpi – vogliono diventare partner per rafforzare lo sport dello sci alpinismo. I presidenti e le delegazioni dei comitati esecutivi ISMF e LGC si sono incontrati ad Arvier, in Valle d’Aosta, per discutere di una più stretta collaborazione tra le due organizzazioni.

Tour du Rutor

Tour du Rutor 2018 | ph di Stefano Jeantet

Alla riunione di Arvier è stata raggiunta una svolta. Oggi entrambe le organizzazioni offrono palcoscenici professionali per competizioni di alta qualità. L’ISMF si concentra su diversi formati di gara, dalle brevi gare Sprint alle classiche gare a squadre. Con i formati Sprint, Individual e Mixed Relay, lo scialpinismo è stato per la prima volta uno sport di medaglia ai Giochi Olimpici Giovanili di Losanna 2020. Per molti anni, LGC si è concentrata su gare alpine di lunga distanza in Italia, Francia e Svizzera. Adriano Favre, presidente di LGC, ha dichiarato: «Sono felice di aver trovato un terreno comune. Il nostro sport fantastico e quindi tutti gli atleti ne trarranno beneficio».

Le delegazioni ISMF e LGC hanno espresso l’intenzione di cooperare nel campo dello sviluppo delle competizioni di sci alpinismo. Uno dei primi passi concreti: un campionato mondiale di lunga distanza si svolgerà in una delle competizioni LGC esistenti. Un team di progetto combinato elaborerà le misure necessarie per attuare questo obiettivo il prima possibile. Inoltre, LGC si è espressa a collaborare all’interno dell’ISMF in una forma che non è stata ancora definita. In tal modo vuole contribuire attivamente a rafforzare l’ISMF come piattaforma globale per lo sci alpinismo.

Per raggiungere questo obiettivo, l’ISMF deve stabilire un quadro specifico di collaborazione e le istanze ISMF competenti dovranno decidere su questo progetto di integrazione. Inoltre, importanti aree di collaborazione includeranno lo sviluppo di giovani talenti, nonché i settori dell’antidoping e delle attività degli arbitri. Infine, la comunicazione tra le due organizzazioni sarà coordinata in modo efficace ed efficiente. Thomas Kähr, presidente dell’ISMF, ha dichiarato: «Ringrazio LGC per la sua determinazione a lavorare a fianco dell’ISMF per plasmare un futuro promettente per lo sport dello sci alpinismo. Uniti saremo più forti nel cogliere le opportunità e ad affrontare le sfide che ci attendono».