Banner alto

Banner alto

Semprevisa Gravity Trail: a Bassiano vincono Iacovacci e Chimera

Condividi su:

Prima edizione del Semprevisa Gravity Trail a Bassiano in provincia di Latina. I vincitori sono Cesare Iacovacci del Team Atletica Uisp (1h22’01”) e Laura Chimera del Running Club Latina (1h35’28”). Qui la classifica.

Tempi al di sotto delle previsioni dei primi arrivi non inferiori ad un’ora e mezzo. Ma a tagliare il traguardo sono state anche la Gravity Bassiano e Latina Runners che hanno organizzato la scalata nel cuore del Monte Semprevisa. L’idea del trail ha attecchito, a partire dalla risposta degli atleti, trattandosi di una gara promo: 130 allo start per 17 km di percorso, 1200 metri di altimetria, 900 mt di dislivello. Eccellente la macchina organizzativa, che oltre allo staff del Semprevisa Gravity Tral si è mossa bene attraverso i presidi di Croce Rossa Italiana, Protezione Civile e Polizia Locale.

Il solleone ha reso ancora più impegnativa la prova, tra sentieri, rami, radici e sassi, sia in salita che in discesa. Giro di boa a Campo Rosello, tagliato in poco più di quaranta minuti dal top runner di giornata, Cesare Iacovacci del Team Atletica Uisp, che ha gestito il vantaggio sugli inseguitori nel percorso di ritorno fino a tagliare il traguardo (1:22:01) in Piazza Matteotti, cuore storico del paese di Bassiano. A quasi due minuti di distacco il secondo classificato tra gli assoluti, Daniele Nasso della società anziate D+Trail con 1:24:20. I primi due hanno finito con il fare il vuoto alle loro spalle, ma rimane comunque un ottimo tempo quello di Gino Folcarelli, che si è piazzato terzo in 1:34:04.


Ha rispettato i pronostici della vigilia Laura Chimera, che oltre al primato nella categoria femminile, ha centrato il sesto posto assoluto concludendo il percorso in 1:35:28, senza concedere molto alle avversarie. Bella l’immagine in cui la stessa Chimera ha accolto l’arrivo di Claudia Leandri dell’Atletica Amatori Velletri, accompagnandola al traguardo a distanza di sette minuti (1:42:59). Sensibilmente lontana anche la terza podista Karina Caban della Asd Roccagorga, che ha chiuso in 1:56:36. Gli ultimi arrivati fine corsa hanno segnato un tempo appena al di sotto delle tre.