Banner alto

Banner alto

Sierre Zinal 2021: trionfano Kilian Jornet e Maude Mathys

Che giornata incredibile alla Sierre Zinal. Annoverata fra le gare di mountain running più importanti al mondo, non ci sono dubbi sulla qualità dei partecipanti. Il catalano Kilian Jornet ha ottenuto qui oggi la sua nona vittoria, la svizzera Maude Mathys la terza consecutiva. Fra gli italiani il migliore è Cesare Maestri, terzo. Nella top 15 anche Davide Magnini e Francesco Puppi. Fra le donne Alice Gaggi nona classificata.

Consulta la classifica completa.

Sierre Zinal 2021
@jsaragossa

Centinaia di atleti hanno già affrontato il leggendario percorso Sierre Zinal per 3 giorni. Come nel 2020, l’edizione 2021 de “La corsa dei cinque 4000” è stata programmata nell’arco di un mese per consentire a tutti i concorrenti iscritti di poter completare il percorso in condizioni di cronometraggio ufficiale rispettando le restrizioni legate all’emergenza sanitaria. Ma, a differenza del 2020, quest’anno è stato individuata una data appositamente per la gara d’élite. La mattina del 7 agosto presenti quindi poco meno di 200 uomini e circa 80 donne sulla linea di partenza a Sierre, in Svizzera.

Sierre Zinal 2021
@jsaragossa
Maude davanti a tutti

Non era mai accaduto nella storia di Sierre Zinal. Le donne partono un quarto d’ora prima degli uomini, ma mai una donna aveva tagliato il traguardo davanti a un uomo. Ecco, ci è riuscita quest’anno Maude Mathys (team Salomon – Svizzera). Partita molto forte in salita, ha continuato ad aumentare il suo vantaggio sugli avversari e i tempi del suo record del 2019 (anche se il percorso non era esattamente lo stesso) per arrivare a Zinal un minuto prima di Kilian Jornet (team Salomon – Spagna). «È pazzesco – ha sorriso all’arrivo -. Posso davvero dire di essere stata io ad aspettare Kilian all’arrivo». L’atleta svizzera è ora molto più tranquilla dopo una gara saltata il fine settimana precedente, a causa di problemi cardiaci che avevano iniziato a farla preoccupare.

«Mi sono sentita molto meglio oggi, questo mi rassicura molto. Ho avuto le palpitazioni durante lo scorso fine settimana e avevo paura che potessero ricominciare. Mi sono sentita bene dall’inizio alla fine, durante la discesa sono riuscita anche a rilassarmi. Pensavo che Kilian mi avrebbe raggiunto come nel 2019, ma quando ho visto il mio tempo ho capito che avrei fissato un grande risultato finale.» La leader della classifica generale della Golden Trail World Series potrà ora prepararsi con calma per la finalissima. «Ho davvero intenzione di staccare due settimane e passare un po’ di tempo con la mia famiglia. So di essere in buona forma, ma se voglio essere al top per la Finale a El Hierro a ottobre devo riposarmi e iniziare un nuovo ciclo di allenamenti».

Sierre Zinal 2021 Cesare Maestri
@jsaragossa
Il podio femminile della Sierre Zinal

L’olandese Nienke Brinkman è arrivata seconda a tre minuti da Maude Mathys. «È incredibile. Non mi aspettavo di trovarmi così vicino a questi grandi atleti. Ho dato il massimo, sono felicissima di questo risultato. Ho fatto un gran lavoro in salita poi ho faticato un po’ e non vedevo più Maude, ma in discesa ho dato il massimo e ho fatto di tutto per ottenere questo risultato». Dopo questo inaspettato secondo posto, Nienke Brinkman sta valutando se continuare nella Serie per qualificarsi per El Hierro. «Non so cosa fare, sto considerando se andare in Germania e alla Skyrhune. Dopo questo risultato potrebbe valerne la pena».

Anaïs Sabrié (team Matryx, Francia) ha completato questo podio, concludendo la gara a più di 9 minuti da Maude Mathys. «Sono così felice. Credo di aver fatto una grande gara, è un percorso che mi piace molto. Il livello qui è così alto che fa venir voglia di superarti. E quando funziona è semplicemente stupendo. Non so chi sia, ma la ragazza che è arrivata seconda ha fatto una grande gara. Quando mi ha superata in salita, mi sono detta, vediamo se riesco a superarla più avanti!».

Sierre Zinal 2021
photo credit Martina Valmassoi
Kilian Jornet nella storia

È decisamente intoccabile. Dopo 8 vittorie e un record di gara, Kilian Jornet (team Salomon – Spagna) poteva anche essere soddisfatto. Ma non lo era! Il catalano ha dominato la corsa dalla a alla zeta per affermarsi di nuovo come vincitore: «È sempre fantastico qui, l’organizzazione è di prim’ordine – ha spiegato all’arrivo. Penso che fare correre per un mese tutti gli atleti sia stata una grande idea e un grande sforzo. Oggi è stata ancora una grande battaglia, sono partito insieme a Rémi Bonnet e Petro Mamu, poi sono riuscito a ritrovarmi davanti da solo. Sono davvero contento di questo risultato, vincere qui è sempre un sogno per me. Voglio ringraziare tutti per questo momento, ci vediamo l’anno prossimo».

Alle spalle del catalano un bravissimo Rob Simpson (team Adidas Terrex – Gran Bretagna) che ha compiuto una rimonta eccezionale nella seconda parte della gara per aggiudicarsi ancora una volta un secondo posto a Sierre Zinal. «Alla partenza non Mi sentivo al top. Sono partito con una certa calma ma avevo qualche punto in più. Nella seconda parte della gara è andata meglio sono riuscito a raggiungere i ragazzi davanti. Non ho visto Kilian ma mi sono detto che se avessi continuato avrei potuto farcela per il podio».

L’italiano Cesare Maestri (team Nike Trail – Italia) ha conquistato il terzo posto sul podio. «Non mi aspettavo di arrivare a questo risultato con tutti questi atleti di altissimo livello presenti. Sono così felice! Parlerò con il mio allenatore perché forse sarebbe interessante cambiare programma per la seconda metà della stagione per cercare di qualificarsi alle restanti gare della Golden Trail World Series».

Sierre Zinal 2021
photo credit Martina Valmassoi
Classifiche
Uomini

1 – KILIAN JORNET (ESP – SALOMON) : 02:31:44 (+100 pt)
2 – ROBBIE SIMPSON (GBR – ADIDAS TERREX): 02:32:26 (+88 pt)
3 – CESARE MAESTRI (ITA – TEAM NIKE TRAIL): 02:33:51 (+78 pt)
4 – LENGEN LOLKURRARU (KEN – RUN2GETHER): 02:34:28 (+72 pt)
5 – DAVIDE MAGNINI (ITA – SALOMON): 02:34:38 (+68 pt)

Donne

1 – MAUDE MATHYS (SUI – SALOMON): 02:46:03 (+100 pt)
2 – NIENKE BRINKMAN (NED): 02:48:58 (+ 88 pt)
3 – ANAÏS SABRIÉ (FRA – MATRYX): 02:55:23 (+ 78 pt)
4 – BLANDINE L’HIRONDEL (FRA – HOKA ONE ONE): 02:59:08 (+72 pt)
5 – TERESIAH KWAMBOKA OMOSA (KEN – RUN2GETHER): 02:59:28 (+68 pt)

Sierre Zinal 2021
@jsaragossa
Appuntamento a Chiemgautrail

La quinta tappa del GTWS 2021 si svolgerà in Germania sul percorso Chiemgautrail che sostituisce Pikes Peak nel calendario GTWS 2021 a causa delle restrizioni sanitarie legate. Ci vediamo il 4 settembre 2021.

About Golden Trail World Series

La Golden Trail World Series si distingue nel mondo dello sport moderno rispettando valori unici come parità, equità, trasparenza e onestà. Le gare sono state scelte per evidenziare gli eventi più iconici di questo sport oggi. La Serie mira a promuovere i trail runner professionisti come atleti di livello mondiale che proteggono la natura maestosa e gli ambienti in cui giochiamo e gareggiamo e riconoscono i fantastici e appassionati fan come un ingrediente essenziale di questo sport. Ognuna delle sei gare della Serie è stata appositamente selezionata per lo scenario, le sfide, la storia e l’atmosfera che offrono sia ai corridori che al pubblico. Queste sono le gare che ogni runner vorrebbe provare e alcune delle prime scritte nella lista dei desideri di qualsiasi atleta.