Banner alto

Banner alto

Simukeka e Patelli conquistano la Mezza Maratona di Bergamo

Condividi su:

Meteo perfetto, record di partecipazione, chiusura totale al traffico: non poteva andare meglio di così la seconda edizione della Mezza Maratona di Bergamo firmata Promoeventi Sport. Nomi importanti vanno ad inserirsi nell’albo d’oro: quelli di Jean Baptiste Simukeka e (nuovamente) di Eliana Patelli.

Il ruandese Jean Baptiste Simukeka (Rcf Roma Sud) ha dominato la competizione portando a termine i 21,097 km in 1h06’02”, seguito da Lahchen Mokraji (Gruppo Città di Genova), secondo in 1h08’35” e da un brillantissimo Raphael Tahary in divisa Gav Vertova, terzo in 1h10’48”. Nella top ten anche Fausto Gavazzeni (Atletica Presezzo), Thomas Capponi (Runners Bergamo), Massimo Lavelli (FreeZone), Alessio Passera (Athletic Club 96 Ae Spa), Stefano Locatelli (Atletica Valle Brembana), Fabio Coduto (Atletica La Torre) e Oscar Perego (Evolution Sport Team).

Una felicissima Eliana Patelli (Atletica Valle Brembana) ha invece bissato il successo dello scorso anno fermando il crono su 1h18’03”, in una gara molto combattuta con la keniota Eunice Chebet (Atletica Futura Asd), giunta in seconda posizione, in 1h19’41”. Bronzo di Marta Gariglio (Gs Splendor Cossato) in 1h22’37”. Nelle prime dieci rientrano Sonia Opi (Runners Bergamo), Nives Carobbio (Runners Bergamo), Cristina Sonzogni (Altitude Race), Monia Acerbis (Runners Bergamo), Daniela Majer (Romano Running), Serena Scalvini (Atletica Marathon Almenno San Salvatore) e Laura Cazzaniga (Atletica Presezzo).

In 1178 i runner che hanno tagliato il traguardo posto in piazza Matteotti in pieno centro cittadino. Folto il pubblico, interessante l’expo di contorno all’evento, così come la camminata non competitiva andata in scena nello stesso momento. Giovanni Bettineschi leader di Promoeventi Sport, Migidio Bourifa (che non necessita di presentazioni) in veste speciale di direttore di percorso, e Luca Lamera di Sport & Wellness possono considerarsi soddisfatti e pensare già con entusiasmo alla terza edizione, per rendere la Mezza Maratona di Bergamo una classica d’autunno, accostabile in un certo senso al Giro di Lombardia di domenica prossima, di cui dovrà occuparsi nuovamente Promoeventi Sport.

Un peccato la maleducazione di certi automobilisti che nel 2014 non riescono ancora ad accettare che una città possa in certe occasioni concedersi completamente ai pedoni, fattore che invece la qualifica positivamente. Quando entrerà nella mentalità di tutti i cittadini il concetto di città vivibile? Quando gli automobilisti accetteranno di spegnere il motore, fare due passi, e magari acclamare i mille e passa concorrenti? Perché, sottolineamolo: dal primo all’ultimo, meritano un applauso e l’abbraccio della nostra città.

credit photo: Corribergamo.it