Banner alto

Banner alto

Skialp 3 Presolana: torna il grande scialpinismo ai piedi della Regina delle Orobie

Condividi su:

Le abbondanti nevicate dei mesi scorsi hanno permesso di allestire un percorso ottimamente innevato che attraverserà la magnifica conca tra la Presolana e il Ferrante. Quattro salite, tre discese e un tratto a piedi caratterizzeranno l’edizione numero 41 della storica rassegna sportiva in programma domenica 2 febbraio.

ph credit Marco Pendezza

L’inverno è alle porte, e ancora una volta è tempo di Skialp3 Presolana Memorial Angelo Castelletti, una competizione ormai entrata negli annali, che dal lontano 1977 ha visto l’evoluzione dello scialpinismo dalla formula Rally allo skialp moderno, passando per una magnifica edizione di Coppa del Mondo, nel 2013.

Con Skialp3, il grande scialpinismo in terra bergamasca ha ogni anno il suo appuntamento fisso ai piedi delle Regina delle Orobie. Nel 2019 il comitato organizzatore ha festeggiato la 40ª edizione. Uno speciale compleanno che ha visto il ritorno dei grandi protagonisti del Centro Sportivo Esercito sfidarsi su un percorso tecnico e selettivo assieme ad oltre 150 atleti da ogni parte d’Italia, che hanno faticato sullo stesso terreno, sulle stesse tracce, nella stessa gara dei grandi campioni: un privilegio che pochissimi altri sport permettono.

L’appuntamento per la nuova edizione è domenica 02 febbraio 2020, con formula individuale valevole per la Coppa Italia. Il palcoscenico sarà ancora sulle nevi di Colere, che ormai da qualche anno ospita la manifestazione nel magnifico scenario della Val di Scalve, con la stretta collaborazione di Sponsor, Enti, Associazioni locali e, naturalmente, dei tantissimi instancabili volontari.

Skialp3 Presolana 2019 | photo credit: Cristian RIVA per Montagna Express

Vediamo il percorso in dettaglio (che potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo). Partenza presso la località Polzone a 1600 m per dirigersi verso il Pizzo di Petto (2279 m), dove è posto il primo cambio; discesa verso la Val Conchetta fino a quota 1850 m circa e risalita verso il Ferrantino attraverso uno dei canali che gli atleti affronteranno sci ai piedi fino al cambio; terzo cambio d’assetto e discesa verso la Valzurio fino a Baita Pagherola (1650 m); risalita fino al Passo Scagnello (2150 m) e inizio del tratto a piedi in cresta che attraverserà la Cima Verde fino al cambio, dove, calzati gli sci in assetto di discesa, si scenderà passando nei pressi del Rifugio Albani e poi attraverso il bosco si giungerà al vecchio skilift di Polzone (1500 m); ultimo cambio e ultima breve salita fino a Polzone dove è posto l’arrivo. Un percorso tecnico e selettivo preparato come ogni anno dal Cai Clusone in collaborazione con lo Sci Club 13 Clusone. 

Attesi ai nastri di partenza i grandi nomi del Cs Esercito, che gareggeranno insieme a tutti gli appassionati di questa magnifica disciplina; senza dimenticare il pubblico che ogni anno accorre per tifare gli atleti sul percorso e godersi una giornata di sport nel grandioso scenario delle Orobie Bergamasche.