fbpx
mercoledì, Ottobre 5, 2022

Da fine aprile a inizio luglio, quattro serate di sfide verticali con Soirée Vertikal

A due anni dall’ideazione, gli organizzatori sono pronti a una nuova sfida, con l’obiettivo di andare oltre i concetti di gare e agonismo e mettere invece in primo piano il divertimento, la condivisione delle stesse passioni e delle sessioni di allenamento. Via dunque alla prima edizione di Soirée Vertikal, circuito di prove serali rimasto finora bloccato dall’emergenza sanitaria e presentato all’interno del negozio di articoli sportivi Technosport, punto di riferimento in Valle d’Aosta per gli sport outdoor.

Ci sarà un cronometro a decretare i vincitori, ma anche momenti di svago a rallegrare le quattro serate che si chiuderanno tutte con il pasta party. Nessuna partenza in linea, i quattro appuntamenti di Soirée Vertikal saranno prima di tutto una sfida contro se stessi. Gli organizzatori hanno preferito lo start con intervalli di 20”, piuttosto che la formula mass start. Dunque prima la sfida ascoltando le sensazioni del proprio corpo, poi il confronto con gli amici, avversari e compagni di squadra. 

Il mini-circuito serale, che non va in alcun modo a intralciare il già ricco calendario di trail e vertical dei fine settimana, inizierà il 27 aprile con la salita a Sainte Colombe di Charvensod, una prova di 1.9 chilometri (350 metri dislivello positivo) che ricalcherà in parte il tratto iniziale della Becca di Nona. L’11 maggio appuntamento a Nus per la Poyà au Petit-Fénis che si correrà su un percorso di 2.4 chilometri (394 metri dislivello positivo) che si snoderà tra mulattiere e “drittone” dell’acquedotto. Il 25 maggio Soirée Vertikal farà tappa a Valpelline per La Montée des Mineurs; sarà la frazione più impegnativa lunga 4 chilometri con un dislivello positivo di 500 metri. Gran finale a Ollomont, il 2 luglio, con la Dreita di Ollomont: 2 chilometri (370 metri di dislivello positivo) su un tracciato tecnico e panoramico, che regalerà anche qualche passaggio di corda fissa. 

L’iscrizione all’intero circuito costa 60 euro e dà diritto a partecipare all’estrazione finale dei numerosi premi messi a disposizione dai partner, in modo particolare Dynafit, main sponsor dell’iniziativa. L’adesione alla singola prova è di 20 euro e include il buono per il pasta party. Iscrizioni aperte su irunning.it o direttamente all’interno del punto vendita Technosport.

Egon Boccadelli: «Dopo due anni difficili intravediamo di nuovo uno spiraglio per poter partire con questo progetto, finora rimasto irrealizzato. Vogliamo prima di tutto permettere alle persone di ritrovarsi in gruppo per praticare attività sportiva divertendosi. Il cronometro non può mancare in queste prove, ma non è certo la nostra priorità. Da anni sviluppiamo trail autogestiti e allenamenti di squadra per attrarre atleti allenati o semplici appassionati che si avvicinano per la prima volta al mondo del trail e della camminata. Da lì è nata l’idea di dare continuità a questo progetto, organizzando anche queste quattro sfide che mantengono inalterato lo spirito iniziale». 

LE QUATTRO PROVE

Sainte Colombe  (Charvensod) – Sviluppo 1.9 chilometri – 350 metri dislivello positivo


Partenza da Pont Suaz (parco giochi) salita direzione tracciato della gara Becca di Nona, si segue il percorso della gara fino al passaggio della strada regionale, si continua ancora sul tracciato della Becca per circa 200 metri per svoltare a destra, sempre su asfalto, per 100 metri. Si prosegue sul sentiero che segue la linea spartiacque della morena; arrivati all’incrocio con la strada asfaltata si prosegue verso la Chiesa di Santa Colomba e il traguardo. Buono pasto presso ristorante Monte Emilius.

Poyà au Petit Fénis (Nus) – Sviluppo 2.4 chilometri – 394 metri dislivello positivo


Partenza in Piazza Fillietroz, nel cuore del borgo di Nus, verso la mulattiera che porta sulla collina, passando per via Corrado Gex. Attacco della salita in via Fossà, con attraversamento della strada statale all’altezza del monumento dei Vignerons e prosecuzione sulla ripida mulattiera fino in località Plane, dove inizia la seconda parte del tracciato che percorre il “drittone” dell’ acquedotto fino all’ arrivo nell’area comunale in località Petit Fénis. Buono pasto presso Wine Not.

La Montée Des Mineurs  (Valpelline) – Sviluppo 4 chilometri – 500 metri dislivello positivo


Partenza dalla piazza di Valpelline, a quota 950 metri, arrivo alla cappella di Chatelair a circa 1.450 metri. Circa 500 metri di dislivello positivo in 4 chilometri. Lasciata la piazza si sale lungo la strada poderale che arriva alle miniere di Frissonière (oggi magazzino delle Fontina) per poi proseguire con il naso all’insù lungo una serie di tornanti su strada sterrata, verso la cappella di Doues dov’è posto il traguardo. Buono pasto presso pro loco Valpelline.

Dreita de Ollomont  (Ollomont) – Sviluppo 2 chilometri – 370 metri dislivello positivo


Partenza dal piazzale del Municipio, dove una volta imboccata la strada asfaltata della frazione Cognen si procede fino alla poderale che porta verso la panoramica della sciovia del Berrio. Da lì si imbocca il sentiero tematico. Il percorso diventa tecnico e panoramico nella parte iniziale, con scalini in ferro e alcuni piccoli tratti provvisti di corda fissa per agevolare la salita in completa sicurezza sulla roccia. Un susseguirsi di piccole curve su terreno ripido caratterizza l’ultimo tratto che porta all’arrivo, situato in frazione Berrio Dèsot. Buono pasto presso pro loco. 

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular