fbpx
sabato, Marzo 25, 2023

Sovere: Quarta de Loi in corsa, la 10 km a Marco Piazzalunga e Nives Carobbio

Dopo il successo dello scorso anno, la formula di due gare per la Quarta de Loi in corsa viene riproposta dal Gsa Sovere e gruppo Sovere in Forma, con il patrocinio del comune di Sovere. Vittorie di Marco Piazzalunga, Nives Carobbio, Danilo Bosio e Stefania Cotti Cottini. 

Sovere (Bg), 24 luglio 2017 – La Quarta de löi in corsa quest’anno come lo scorso anno raddoppia. La gara di 5.4 km su percorso classico, intitolata alla memoria di un amico runner del Gsa Sovere scomparso (Gianluca Camanini), e la gara di 10,4 km su percorso rodato e ben apprezzato da tutti i runner che viene intitolata ad un vecchio amico scomparso sulle nostre amate Orobie anni fa (Guerino Rossi).

Gara lunga – Memorial G. Rossi

La gara da 10.4 km per 960 metri di dislivello parte alle ore 8.30 da piazza Aldo Moro a Sovere in direzione Santuario, abbandona l’asfalto dopo 1.5 km, e si congiunge alla partenza del sentiero n°563 per Possimo Malgalunga Cornalunga. Il percorso segue fino al bivio per Malga Lunga il sentiero della gara corta, portando i corridori al passaggio della scala (scavata nelle rocce e protetta da corde fisse con pendenza quasi verticale a superare uno strapiombo di circa 50 metri). Superata la scala il sentiero porta verso il prato sottostante la Malga Lunga, mantenendo sempre le pendenze e le difficoltà alte per i runner sul percorso. Dopo la Malga Lunga la gara procede seguendo il sentiero n°547 fino al bivio tra i sentieri 628 e il sentiero alto di Paviglio che porta gli atleti successivamente sulla strada per Possimo, rientrando nella salita finale al prato della località Palazzo, dove è situato l’arrivo della corsa.

Tra gli uomini la gara si fa fin da subito avvincente, con il gruppo dei primi cinque all’arrivo subito a farla da padrone. Il gruppo si divide alla partenza del sentiero per Possimo, Piazzalunga, Serpellini e Lanfranchi distaccano di qualche secondo Occioni e Patelli, che proseguiranno all’arrivo in questo ordine con Occioni che stacca Patelli nel tratto di discesa tecnica e il successivo falso piano che porta a Paviglio. Davanti a tutti si piazza Marco Piazzalunga, seguito a poco più di 1 minuto dal local Nicola Serpellini mentre in terza posizione si piazza Alex Lanfranchi. A completare il podio premiati troviamo Giuliano Occioni ed infine il soverese Marcello Patelli.

Tra le donne avanti a tutte Nives Carobbio a dettare il ritmo e a far segnare anche il nuovo record femminile sulla gara con il tempo di 1h15’46’’. Dietro di lei ancora un’ottima Sara Belotti a tenerle testa, che riconferma la sua predisposizione a queste gare bissando la medesima posizione dello scorso anno. Dietro distanziata di 7 minuti Umberta Magno, autrice di un’ottima gara, come tutte le concorrenti, su un percorso che in discesa prevedeva tratti di sentiero di difficoltà tecniche da non sottovalutare.Chiudono il podio premiati Alessandra Bontempi e Sara Valli.

Gara Corta – memorial G. Camanini

La gara da 5,4 km, parte alle ore 9.00 da piazza Aldo Moro a Sovere. Percorso identico agli scorsi anni e per circa metà tracciato in comune con la gara da 10.4 km. Il percorso svolta verso la località Pozzuolo per poi portare i nostri atleti nel pratone finale prima della salita al Palazzo.

Danilo Bosio anche quest’anno detta i ritmi e sigilla la sua seconda vittoria consecutiva (la terza delle 5 edizioni fin qui riproposte, vinte in precedenza da Jacopo Brasi e Fabio Pasini) con Poli e Losio che seguono fin dalle prime battute. Gara a ritmi alti anche quest’anno con Danilo che si presenta nei prati di Possimo con un vantaggio di circa 40 secondi su Poli, il quale transita con altrettanti 40 secondi da Losio. Completano il podio della gara corta Luciano Bosio e Emilio Mognetti.

Tra le donne si distingue Stefania Cotti Cottini, che sale a ritmo serrato distanziando la seconda classificata e giovanissima Mbengue Daba di quasi 6 minuti, che precede a sua volta di pochi secondo la terza atleta Anna Gusmini. Chiudono il podio Cinzia Armati in quarta posizione e Sara Oprandi in quinta.

L’evento quest’anno si è arricchito della corsa non competitiva dei più piccoli,che partivano direttamente dalla partenza del sentiero di Possimo e che non hanno mancato di dare spettacolo sul percorso e di far sentire il loro tifo da stadio al passaggio degli atleti.

Tanti premi per i partecipanti di entrambe le gare e un premio per tutti i più piccoli partecipanti che si sono imbattuti in un percorso molto spettacolare e al contempo stesso tecnico. La giornata è proseguita con canti e giochi sotto alla tensostruttura e nei prati limitrofi, si è arricchita della presenza di un folto gruppo di amici dotati di E-bike che si sono uniti ai festeggiamenti e che hanno condiviso la partenza del loro tour con le partenze delle corse in paese. Nel tardo pomeriggio come da tradizione gli ultimi rimasti sono scesi al paese.

Paolo Armati, Gsa Sovere

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular