Banner alto

Banner alto

Tavagnasco: Bernard Dematteis 6 volte campione d’Italia; al femminile vittoria di Collinge, titolo a Elisa Desco

Condividi su:

Storica edizione per la Tavagnasco – Santa Maria Maddalena ai Piani, la n° 67 della sua lunga vita che non ha eguali in Italia e in Europa, gara che assegna i titoli italiani di corsa in montagna per il 2018. Tavagnasco incorona Bernard Dematteis campione italiano, al femminile gara a Emily Collinge e titolo a Elisa Desco. Gara valida come prova del Trofeo EcoPiemonte e dell’Eolo Mountain Classic Cup.

foto by Damiano Benedetto corsainmontagna

I sentieri alle pendici di Tavagnasco sono stati percorsi dalle scarpette dei più forti atleti europei della corsa in montagna, con le attese conferme del pronostico e qualche risultato a sorpresa sui podi di giornata. Gara valida anche come prova del Trofeo EcoPiemonte e dell’Eolo Mountain Classic Cup.

Junior femminili

Primi a partire gli Junior da località Balmorto su un percorso di 5,98 km con 870 metri di dislivello. Reduce dalla vittoria nel Campionato Europeo in Macedonia e dal successo nella prima prova di Saluzzo, la trentina Angela Mattevi dell’Atletica Valle di Cembra, fa filotto e in 44’19” conquista Tavagnasco e il titolo di Campionessa Italiana Junior di corsa in montagna. Sul podio le fanno compagnia in 2ª posizione Alessia Scaini in 46’10”, che le vale l’argento tricolore, e Linda Palumbo 3ª in 48’03”, 4ª Gaia Colli che diventa così il bronzo del Campionato Italiano.

Junior maschili

È Giovanni Rossi del Lanzada, già leader a Saluzzo, a conquistare la vittoria di Tavagnasco in 40’11” con la relativa maglia di Campione Italiano, alle sue spalle Alessandro Mello Rella 2° in 41’19” con Isacco Costa sul terzo gradino del podio in 41’54”. 

GARE SENIOR

Partenza delle gare Senior maschili e femminili dalla piazza del municipio di Tavagnasco e poi su per un percorso di 10,4 km con 1056 metri di dislivello, che nei primi 8 km con 500 metri di dislivello alternava tratti corribili a traversi in contropendenza, prima dei secondi 500 metri di dislivello, che in 2,5 km portavano i protagonisti al traguardo di Tavagnasco con pendenze al limite dell’arrampicata.

Senior femminili

Su questo percorso la spunta il talento della britannica Emily Collinge dell’Atletica Alta Valtellina, già vice campionessa del mondo nel 2015 e campionessa europea nel 2016, che mette in fila la avversarie in 1h05’20”. Alle sue spalle è lotta per le posizioni nobile del podio e soprattutto per il titolo italiano, che va alla cuneese trapiantata in Valtellina, Elisa Desco compagna di squadra della Collinge, 2ª in 1h09’15”, ma prima per la classifica del campionato italiano, cosa che le consente di superare Gloria Giudici, terza al traguardo di Tavagnasco in 1h09’59” e seconda nella classifica tricolore.

Elisa Desco
«Oggi è stata una bella sorpresa. Non mi aspettavo di vincere il titolo italiano a Tavagnasco. Sto riprendendo dopo la seconda maternità e questo è un risultato importante. La gara è dura e si addice alle mie caratteristiche, dove si alternano i tratti corribili a quelli duri».

La top ten di giornata è completata nell’ordine da Erica Ghelfi, l’astigiana rivelazione di questa stagione, Valentina Belotti l’icona della corsa in montagna al femminile, Emma Quaglia, Lorenza Beccaria, che si aggiudica il titolo italiano Promesse, Elisa Compagnoni, Katarzyna Kuzminska e Chiara Giovando.

Senior maschili

Due pezzi di storia s’incontrano: Tavagnasco e Bernard Dematteis. Per il 32enne cuneese della Val Varaita, portacolori della bresciana Corrintime, la vittoria di Tavagnasco consegna per la sesta volta il titolo di Campione Italiano di corsa in montagna e questo è un record destinato a durare per chissà quanto tempo.

Bernard Dematteis
«Sono contento di aver corso a Tavagnasco e della mia vittoria. È il mio sesto titolo italiano e ho superato il record di Fausto Bonzi. E dedico questa vittoria alla mia ragazza, Samantha Galassi anche lei in gara oggi».

Per Berny, fresco campione europeo per la terza volta, un crono finale di 56’10” in una gara condotta in testa fin dalla partenza. E sul podio con lui salgono Francesco Puppi 2° in 56’49”e secondo nella classifica di campionato italiano, e la sorpresa di giornata, Nadir Cavagna 3° in 57’01”. Completano la top ten l’altoatesino Hannes Perkmann, il keniano Dennis Kiyaka, Martin Dematteis, Alessandro Rambaldini, Cesare Maestri, il valdostano Henri Aymonod che così si aggiudica il titolo italiano Promesse e Massimo Farcoz.

Classifiche Campionato Italiano corsa in montagna 2018

Junior Femminile
1) Mattevi Angela – Atl. Valle di Cembra
2) Alessia Scaini – Atl. Saluzzo
3) Colli Gaia – Apd Pont Saint Martin

Junior Maschile
1) Rossi Giovanni – As Lanzada
2) Gianola Dionigi – Premana
3) Mello Rella Alessandro – Atl. Saluzzo

Promesse Femminile
1) Beccaria Lorenza – Atl. Saluzzo
2) Francesca Ghelfi – Ss Vittorio Alfieri
3) Cecilia Basso – Gs Orecchilla Garfagnana

Promesse Maschile
1) Aymonod Henri – Corrintime
2) Bonzi Matteo – Valle Brembana
3) Bottarelli Davide – Valtrompia

Senior Femminile
1) Elisa Desco – Atl. Alta Valtellina
2) Giudici Gloria – Free Zone
3) Quaglia Emma – Cambiasso Risso

Senior Maschile
1) Dematteis Bernard – Corrintime
2) Puppi Francesco – Valle Brembana
3) Dematteis Martin – Corrintime