fbpx
lunedì, Giugno 24, 2024

La nuova stella Tim Freriks domina Transvulcania. Nilsson batte il record

La categoria Sky Ultra delle Migu Skyrunner World Series 2017 è partita sabato con l’ormai leggendaria Transvulcania Ultramarathon.

Ida Nilsson vince Transvulcania per la seconda volta. ©iancorless.com / SWS

Il ventiseienne Timothy Lee Freriks ha scritto il suo nome nella storia dello skyrunning. Come la svedese Ida Nilsson, che ha vinto la gara per la seconda volta consevutiva, anche lui ha iniziato la sua carriera con le Skyrunner World Series. Freriks, uno sconosciuto di Flagstaff, Arizona, Usa, è arrivato all’isola di La Palma quasi per caso.

“Mi stavo allenando negli Stati Uniti con Jim Walmsley e Hiyden Hawks. Jim ha lanciato l’idea di venire qui. È successo tutto molto in fretta un paio di settimane fa. Mi ha spinto a venire, visto che gli allenamenti stavano andando molto bene. Ha pensato che questo fosse l’evento perfetto per debuttare.” Non poteva esserci un battesimo migliore. Assolutamente sorpreso per la vittoria, ha aggiunto, “È fantastico. Veramente incredibile – i fan qui sono incredibili, l’atmosfera è tutta incredibile”.

Senza il tre volte vincitore e detentore del record, lo spagnolo Luis Alberto Hernando era impegnato nelle distanze più corte, la gara maschile era apertissima. Dal nulla Freriks ha conquistato la vittoria in 7h02’03”, solo 9’ in più del record di Hernando del 2015 di 6h52’39”, spingendo con sicurezza per tutto il tracciato fino al traguardo. Il vincitore dell’Utmb Ludovic Pommeret ha conquistato il secondo gradino del podio in 7h18’15” e il marocchino Zaid Ait Malek si piazzato terzo in 7h26’31”.

Nella gara in rosa Ida Nilsson ha trionfato di nuovo, stavolta con il nuovo record: 8h04’17”, polverizzando quello di Anna Frost di 8h10’41” che resisteva dal 2014. Una Nilsson entusiasta ha guidato senza problemi dalla partenza all’arrivo. Per la francese Anne-Lise Rousset è stata una ripetizione dello scorso anno, chiudendo seconda in 8h32’15”, mentre l’americana Hillary Allen ha migliorato il quinto posto del 2016 con la terza piazza fermando il cronometro a 8h38’46”.

Con 2.000 partecipanti da 45 nazioni riunite per la spettacolare partenza prima dell’alba sull’Oceano Atlantico, ancora una volta la Transvulcania Ultramarathon ha provato il suo status di sulla scena della corsa internazionale da quando fa parte delle Skyrunner World Series nel 2012. Il percorso ha uno scoraggiante dislivello di 4.350 m su 74 km di tracciato che sale fino a Roques de las Muchachas a 2.462 m di quota prima di scendere nuovamente al mare e finisce con gli ultimi 5 km di salita fino alla città di Los Llanos dove migliaia di calorosi spettatori sono pronti a salutare i corridori.

Tra VK, maratona e mezza maratona l’evento ha attratto 3.600 corridori da non meno di 60 Paesi.

Le Migu Run Skyrunner World Series 2017 contano 22 gare in 11 nazioni. La gara di sabato è stata la prima della categoria Sky Ultra, dove i migliori tre risultati su otto sono contati per il ranking finale e i premi. Il montepremi complessivo di fine stagione ammonta a euro 60.000.

Risultati della gara
Uomini
1. Timothy Lee Freriks (USA) – 7h02’03”
2. Ludovic Pommeret (FRA) – 7h18’15’15”
3. Zaid Ait Malek (MAR) – 7h26’31”
4. Nicolas Martin (FRA) – 7h28’08”
5. Daniel Jung (ITA) – 7h35’05”

Donne
1. Ida Nilsson (SWE) – 8h04’17”
2. Anne-Lise Rousset (FRA) – 8h32’15”
3. Hillary Allen (USA) – 8h38’46”
4. Ragna Debats (NED) – 8h45’22”
5. Eva Maria Moreda (ESP) – 9h03’45”

La prossima tappa delle Migu Run Skyrunner World Series 2017 sarà Zegama-Aizkorri nella categoria Sky Classic, nei Paesi Baschi spagnoli il 28 maggio, mentre la prossima gara Ultra sarà la Ultra SkyMarathon Madeira il 4 giugno.

RELATED ARTICLES

Most Popular