Banner alto

Banner alto

Trail dei Cimbri: in 400 di corsa fra monte Pizzoc e Cansiglio

Sabato 10 luglio 2021 debutta l’evento di trail running organizzato dalla Scuola di Maratona Vittorio Veneto: il Trail dei Cimbri. Due percorsi, 25 e 50 chilometri, con partenza e arrivo nella suggestiva Serravalle.

Trail dei Cimbri vittorio veneto

Ore di vigilia per uno dei debutti più attesi della stagione della corsa in ambiente naturale: sabato 10 luglio, a Vittorio Veneto (Treviso), si alza il sipario sul Trail dei Cimbri, gara fuoristrada organizzata dalla Scuola di Maratona, che vedrà al via oltre 400 atleti.

Due i percorsi, entrambi con partenza e arrivo nella suggestiva Serravalle. Il più corto, 25 km con 1700 metri di dislivello, salirà al monte Pizzoc, lambendo la foresta del Cansiglio con i suoi villaggi Cimbri. Sarà un tracciato quasi interamente in single track, con una prima parte di gara in salita e una seconda parte tutta in discesa, in un ambiente che cambia di continuo e offrirà scorci incantevoli.

Il più lungo, 50 km con 3000 metri di dislivello, si addentra dal Monte Pizzoc nella splendida faggeta del Cansiglio fino quasi ad arrivare a Pian Osteria, per poi rientrare (sconfinando nella provincia di Pordenone) sui sentieri che portano a Crosetta e a ricongiungersi al tracciato breve, prima della picchiata finale verso il traguardo.

Tra gli atleti più attesi, nella 50 km, Ivan Geronazzo, Fabio Cavallo, Fabrizio Puntel e Marco Tramet, mentre nella prova femminile si sfideranno tra le altre Valentina Michielli, Marialuisa Tagliapietra ed Elena Gallina. Nella prova sui 25 km da seguire Francesco Baldessari, Enrico De Noni, Tiziano Scattolin, con Melina Grosjean, Milena Pasin e Federica Rizzo favorite tra le donne.

Un viaggio dentro l’anima del Cansiglio, recita lo slogan che accompagna il Trail dei Cimbri. Lo conferma Ivan Cao, presidente della Scuola di Maratona: «Saranno due viaggi nella natura, su sentieri anche poco conosciuti che di fatto compiono un periplo integrale della Piana del Cansiglio, rimanendo per lo più nella foresta, con scorci stupendi sulla pianura da una parte e sulle Dolomiti dall’altra. Ci si troverà a correre in ambienti vari e incontaminati: sarà un’avventura curata nei minimi particolari per assicurare un’esperienza unica, a contatto con la bellezza e il fascino di luoghi in cui l’incontro emozionante con la fauna del Cansiglio è tutt’altro che raro. Sono luoghi splendidi, ricchi anche di storia e di leggende, prima di tutto quelle del popolo dei cimbri, i cui orgogliosi discendenti vivono tuttora tra Fregona e l’Alpago».

Sport e non solo. «Ogni anno – aggiunge Cao – modifichiamo i percorsi con lo scopo di ripristinare sentieri abbandonati e renderli fruibili a tutti gli appassionati. Più che una gara, il Trail dei Cimbri è un evento di promozione delle Prealpi Trevigiane, un territorio da vivere tutto l’anno, anche dai visitatori stranieri». Va inoltre sottolineato l’aspetto sociale di queste manifestazioni. «Per anni, con le nostre manifestazioni, abbiamo sostenuto la causa umanitaria del popolo Saharawi donando una parte della quota d’iscrizione. Quest’anno invece la quota verrà devoluta all’associazione Cimbri del Cansiglio e sarà destinata al ripristino dei sentieri».

Proprio per questa ragione, l’amministrazione comunale ha voluto collegare il Trail dei Cimbri all’inaugurazione dei sentieri “Naturalmente Vittorio Veneto”, il nuovo circuito sportivo, culturale ed enogastronomico di Vittorio Veneto.

La manifestazione, inserita nel calendario della Federazione italiana di atletica leggera, sarà anche tappa del Circuito Trail Prealpi Venete, scattato in primavera con il Trail del Patriarca organizzato dalla stessa Scuola di Maratona Vittorio Veneto. Partenza da via Martiri della Libertà alle ore 7 per la prova sui 50 km e alle ore 8.30 per la prova sui 25 km.

Lascia il tuo commento