Banner alto

Banner alto

Triathlon: 500 atleti domenica al via di Ledroman

Ledroman c’è e domenica 11 luglio 2021 è pronto a dare ancora una volta spettacolo con i suoi 500 iscritti. La prova sprint di triathlon organizzata sul Lago di Ledro si appresta a tornare sul palcoscenico dello sport internazionale dopo l’inevitabile 2020 di transizione e lo vuole fare con tutto l’entusiasmo che nel giro di poche stagioni ha consentito alla manifestazione allestita dalla TriLedroEnergy di diventare uno degli appuntamenti clou del calendario italiano e non solo. Insomma la Valle di Ledro si conferma il paradiso del Triathlon con uno scenario da favola, una macchina organizzativa ben oliata fatta di 350 volontari ed una formula consolidata da anni, proposta in questa edizione 2021 con i dovuti accorgimenti per rispettare i protocolli di sicurezza.

Proprio da questo deriva la decisione degli organizzatori di limitare in qualche modo le iscrizioni e di fissare il tetto massimo a 500 presenze (bruciate in appena 24 ore), come spiegato nel dettaglio dal presidente Carlo Santi in occasione della presentazione ufficiale di Ledroman 2021, ospitata nel pomeriggio di mercoledì 7 luglio dal parco dell’Hotel Lido, affacciato sulle acque del Lago di Ledro, con la presenza dell’assessore comunale allo sport Luca Zendri e di Silvio Rigatti, presidente dell’Apt Garda Dolomiti.con la presenza dell’assessore comunale allo sport Luca Zendri e di Silvio Rigatti, presidente dell’Apt Garda Dolomiti con la presenza dell’assessore comunale allo sport Luca Zendri e di Silvio Rigatti, presidente dell’Apt Garda Dolomiti.

presentazione Ledroman 2021 in riva al lago di Ledro

GLI ATLETI – Le Olimpiadi ormai prossime e la concomitanza con i Campionati Italiani di Triathlon Medio sono elementi che influenzano non poco la presenza dei big in gara. Ma il fascino di Ledroman sa andare oltre e così tra i 500 iscritti spiccano i nomi del modenese olimpionico azzurro Davide Uccellari, del veronese Jacopo Butturini e del cremonese Luca Bruni, con tutta la curiosità di vedere all’opera il giovanissimo talento di casa Samuele Leonardelli, portacolori della TriLedroEnergy che a soli 17 anni meriterà un posto nella prima griglia di merito. E Butturini ha davanti a sé il traguardo speciale di poter essere il primo atleta a completare l’accoppiata Ledroman – Winter Triathlon visto che nel gennaio 2020 è stato l’assoluto protagonista dell’edizione invernale di Ledroman, disputata sulle nevi della Val Concei.

Particolarmente suggestiva la gara femminile che propone un quartetto di giovani italiane come Francesca Crestani, Lilli Gelmini, Chiara Cavalli e Chiara Lobba, attese al varco dalla veterana tedesca Renate Fortsner, protagonista di primo piano di praticamente tutte le precedenti edizioni di Ledroman.

LA GARA – Il protocollo di sicurezza ha portato ad un nuovo format di partenza, con il quartier generale fissato sempre al Lido di Pieve. Lo start verrà dato a gruppi di 20 atleti, distanziati dieci secondi uno dall’altro. Le prime a partire saranno le categorie femminili, alle 14:15 con cinque gruppi, seguite dai veterani. Dopo una pausa di cinque minuti, attorno alle 14:21, scenderanno in acqua, sempre a distanza di 10” uno dall’altro, i restanti venti gruppi maschili, in ordine di ranking. Il percorso sarà il consueto, con i 750 metri nelle acque del Lago di Ledro seguiti dai due giri completi del lago in bici da corsa per 20 chilometri complessivi e dai cinquemila metri finali della frazione Run lungo la ciclabile che costeggia le rive dello stesso lago. E a fine gara, ci sarà modo di godere per tutti del Pasta Party. Sarà una versione rivista, non potendo allestire per ovvie ragioni di sicurezza le tavolate di un tempo, ma non volevamo rinunciare a questo momento. E così grazie al supporto dell’Hotel Lido, del Ristorante Franco e Adriana e del Camping Al Lago sarà possibile per tutti consumare un pasto comodamente seduti: un modo per far rivivere anche in tempi di emergenza il grande entusiasmo e clima di festa tipico di Ledroman.

LA VALLE DI LEDRO – Il Lago di Ledro con le sue acque color cobalto a 655 metri di quota rappresenta il baricentro della Valle di Ledro, un territorio che si caratterizza per la profonda biodiversità, capace di spaziare fino alle vette alpine nel giro di pochi chilometri. Un palcoscenico che rende possibile la pratica di una serie infinta di attività Outdoor, da quelle acquatiche (nuoto, canoa, vela, rafting) a quelle legate alla montagna (arrampicata, trekking, Skyrace, sci alpinismo e ciaspole, sci di fondo) passando per gli sport da strada come il running o il ciclismo. In tal senso Ledroman (sia in versione estiva che in versione Winter Triathlon) rappresenta la perfetta sintesi di tutte queste opportunità, in un territorio che ha meritato l’inserimento nel progetto Riserva della Biosfera di Unesco e che è conosciuto sin dalla preistoria come testimonia il ricco insediamento palafitticolo di Molina, risalente all’età del Bronzo, 4000 anni fa.

Lascia il tuo commento