Banner alto

Banner alto

Ultra Trail Lago d’Orta, il mondo del trail è a Omegna

Condividi su:

Manca davvero poco alla quinta edizione dell’Ultra Trail del Lago d’Orta, in programma il prossimo 18 ottobre con partenza e arrivo a Omegna (VB), e la cittadina affacciata sul magico specchio d’acqua è pronta ad accogliere i circa 1.000 trailers che sabato si cimenteranno sui 4 percorsi da 87, 55, 30 e 15 km, senza dimenticare gli atleti del Nordic Walking, anche loro sulla distanza più breve. Ancor più degli anni scorsi l’evento organizzato dall’Asd Trail Running sarà decisamente internazionale, con ben 20 nazioni rappresentate – Italia, Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Olanda, Norvegia, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria, USA, Venezuela – e circa il 12% di partecipanti stranieri. Anche a livello nazionale l’Ultra Trail del Lago d’Orta si conferma gara molto sentita: saranno infatti ben 11 le Regioni rappresentate, Piemonte, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana, Trentino Alto Adige, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto. Grande è la soddisfazione dell’Asd Trail Running, che ha lavorato (e sta ancora lavorando) duramente per preparare i 4 percorsi previsti e che presenterà una 5ª edizione ricca di novità, a cominciare da località di partenza e arrivo, fino allo scorso anno si arrivava a Pogno, per continuare con la creazione, a Omegna in zona Giardini, di un “Village”che sarà attivo durante l’intero evento, senza dimenticare i percorsi completamente rinnovati e caratterizzati da meravigliosi panorami sul Lago d’Orta e sulle montagne che circondano il Lago e la Valstrona. Che l’UTLO sia diventando un appuntamento irrinunciabile per i trailers di tutto il mondo lo testimonia anche la presenza di moltissimi atleti di alto livello, tra cui il vincitore dello scorso anno, l’ingegnere tedesco Stephan Hugenschmidt, che si sfideranno sulle diverse distanze per quella che si annuncia essere una grande festa di sport.

Ulteriori informazioni sui percorsi e sui regolamenti si trovano come sempre sul sito dell’evento, www.ultratraillo.com.

Una starting list di altissimo livello
Sulla 87 km, come già annunciato, sarà al via il vincitore dello scorso anno, il tedesco Stephan Hugenschmidt, quest’anno quinto alla Transvulcania, vincitore dello Zugspitz Ultra Trail e del Goretex TransAlpine-Run, nonché secondo al Trail Ticino; anche il secondo classificato del 2013, Stefano Trisconi, proverà nuovamente a dar fastidio all’ingegnere che vive sul Lago di Costanza; Trisconi aveva iniziato alla grande il 2014 vincendo il Trail di Bozz, l’Ossola Trail, il Maremontana Trail, Le Porte di Pietra e classificandosi terzo al TerraAcquaCielo; dopo un periodo senza risultati di rilievo Stefano, comunque finisher all’Ultra Trail du Mont Blanc, ha dato confortanti segnali di crescita concludendo al secondo posto la recente GranFondo della ValleIntrasca. Sarà della partita anche il valdostano Fabrizio Roux, quest’anno terzo al Licony Trail e all’Ultra Trail del Mugello; non mancherà un atleta molto conosciuto e apprezzato nel mondo del Trail, l’argentino Pablo Barnes, capace di vincere solo nel 2014 la 12 ore Internazionale di San Pedro, il Marathon Trail del Lago di Como ma soprattutto il Grand Raid International Du Cro-Magnon.
Da tenere d’occhio anche: Gianluca Caimi, nel 2014 secondo al Monteregio Trail (sempre organizzato dall’Asd Trail Running) e a Le Porte di Pietra; Michele Evangelisti, 3^ al Barbaresco-Barolo Ultra Trail; Fabio Fusco, recentemente terzo all’Amalfi Coast Ultra Trail. Finora, a parte Hugenschmidt, abbiamo parlato di atleti ultratrentenni: ma chissà che la sorpresa non arrivi da un classe 1988, lo svizzero Michaël Nançoz, già capace di arrivare nei primi 20 a Le EcoTrail de Paris-Ile de France nel marzo di quest’anno.
In campo femminile assente la vincitrice del 2013, la svizzera Andrea Huser, occhi puntati sull’ungherese Ildiko Wermescher, non più giovanissima, ha 49 anni, ma ancora capace di classificarsi seconda all’Eiger Ultra Trail e sesta all’UTMB quest’anno. Saranno sicuramente in corsa per il podio l’argentina Virginia Oliveri, vincitrice nel 2014 della 12 ore internazionale di San Pedro, del Gran Trail Rensen, del Grand Raid International Du Cro Magnon e seconda al Cervino X Trail e al Marathon Trail del Lago di Como, e Maria Chiara Parigi, che nel 2014 ha vinto il Trail delle Valli Etrusche, l’Ultra Trail dei Monti Cimini e il Trail del Golfo dei Poeti. In lizza per una buona posizione anche la lombarda Marta Poretti, terza nel 2013, e quest’anno vincitrice della 100 miglia dell’Istria, terza al Grand Raid International du Cro Magnon e seconda allo Swiss Irontrail T201.
La 55 km vedrà tra i protagonisti il norvegese Thomas Andersen, che già fu sesto nel 2012 all’Ultra Trail del Lago d’Orta e quest’anno finisher all’UTMB; saranno presenti anche Michael Dola, terzo lo scorso anno, vincitore del Trail del Motty 2014 e terzo al Trail Oasi Zegna, e Michele Fantoli, quarto lo scorso anno sempre nella prova di 55 km e vincitore dell’Oulx Trail (23 km) 2014.
Stellare la gara femminile, a partire da Emanuela Brizio, la pluri campionessa mondiale di skyrace, che quest’anno ha vinto tra l’altro l’Ossola Trail, l’International Bettelmatt Sky Race, la Mozzafiato Sky Race, la Maga SkyMarathon, la GranFondo della Valle Intrasca e si è classificata terza nel Trofeo Kima; sarà quindi durissima la vita delle altre pretendenti al podio, come la vincitrice dello scorso anno Giuliana Arrigoni, quest’anno prima nella 60 km di Seregno, al Troi dei Cimbri del Cansiglio, all’Amalfi Coast Ultra Trail e all’UltraSerra di Celano, e Cecilia Mora, vincitrice del Trail del Motty e seconda al Trail Oasi Zegna. Sarà al via anche l’atleta classificatasi seconda lo scorso anno, Carmela Vergura, mentre tra le straniere merita una menzione la ventottenne tedesca Judith Trunschke, terza a fine maggio al Kullamannen Ultra.
Nella 30 km tra gli atleti da menzionare Ivan Camurri, Marcella Belletti, Barbara Cravero, Laura Marsiglio, Annalisa Cappelletti e Lara Crivelli.

Percorsi per tutti
Come detto sono molte quest’anno le novità all’Ultra Trail del Lago d’Orta, che quest’anno avrà come base la città di Omegna (VB); quattro i percorsi previsti, da 87, 55 30 e 15 km; in particolare il percorso della gara lunga, che assegnerà ai finisher 3 punti di qualificazione per partecipare all’Ultra Trail del Mont Blanc 2015, è stato rivoluzionato rispetto allo scorso anno, con l’inserimento di spettacolari passaggi in Valle Strona, meraviglioso territorio spesso poco considerato, e un totale di circa 6.300 metri di dislivello positivo.
Buona parte delle difficoltà del percorso lungo (partenza prevista alle ore 5.00 in zona giardini a Omegna) si concentreranno nella parte iniziale: nei primi 12 km ci sono per esempio ben 1.500 m di dislivello! Considerando la lunghezza della prova sarà indispensabile partire con un buon ritmo ma senza strafare; il punto più alto del percorso, il Monte Croce, tra Valle Strona e Valsesia, a quota 1.643 mslm, sarà raggiunto intorno al km 24.
Anche la prova da 55 km (partenza ore 9.00, un punto di qualificazione per l’Ultra Trail del Mont Blanc 2015), che prevede un totale di circa 3.200 m di dislivello positivo, è piuttosto mossa nella prima parte: il punto più alto del percorso, sempre il Monte Croce (1.643 mslm), si troverà intorno al km 16.
Il Monte Croce sarà la cima più alta anche del percorso da 30 km (partenza ore 10.00), ma in questo caso sarà posizionato quasi a metà percorso; 1.900 i metri di dislivello positivo previsti per la 30 km.
Sarà infine approntato un percorso da 15 km (partenza ore 10.00), che potrà essere affrontato sia come trail sia dagli specialisti del nordic walking. L’unico evento per cui le iscrizioni sono ancora aperte è la prova di Nordic Walking: ci si potrà infatti iscrivere direttamente sabato mattina presso l’UTLO Village, in zona Giardini a Omegna.