Banner alto

Banner alto

Ultra Trail Lago d’Orta: firma di Andreas Reiterer e Julia Kessler

Condividi su:

Omegna – 17 e 18 ottobre 2020 – Ultra Trail Lago d’Orta
70 km 3800 d+, 60 km 3330 d+, 31 km 1800 d+ 

utlo ultra trail lago d'orta

Utlo era valida come Campionato Italiano (e regionale) Fidal assoluto e master di trail lungo. sui 60 km, per 3800 m d+-, dello spettacolare percorso cusiano si sono dati battaglia 233 atleti: vittoria e titolo italiano sono andati all’altoatesino Andreas Reiterer (5h21’09”), davanti all’atleta di casa Riccardo Montani, autore di un grande recupero nel finale, e a Davide Cheraz. In campo femminile la vittoria è andata a Julia Kessler (6h35’33”), ma il titolo italiano è andato a Giuditta Turini (6h44’48”), seconda classificata; terza assoluta e vice campionessa italiana Agnese Valz Gen. Nella gara open, sempre sullo stesso percorso, la vittoria è andata a Carlo Salvetti (6h41’01”), mentre tra le donne la prima è stata Giulia Zanotti in 7h21’03”. La 31 km (1.800 m d+-) ha visto la vittoria di Mattia Bertoncini, vincitore lo scorso anno nella 34 km, con il tempo di 2h41’23”; la prima donna a tagliare il traguardo è stata Paola Gelpi in 3h11’52”.

«È andata benissimo, oltre ogni aspettativa». Vincenzo Bertina non ha dubbi: il presidente di Utlo Events ssdrl e il suo staff sono convinti che questa edizione di Vibram Ultra Trail del Lago d’Orta rimarrà nel loro cuore, ma anche in quello di chi ha partecipato e di chi era sul percorso, come volontario o come semplice spettatore. Dopo tutte le traversie organizzative e questi giorni così intensi si potrebbe cedere alla tentazione di riposarsi sugli allori, ma per Utlo Events non sarà così: «Dobbiamo approfittare dell’energia derivataci da questa bellissima esperienza – conferma Bertina – per rilanciare in vista della prossima edizione di Utlo, che si terrà il 15/16/17 ottobre 2021. Lo dobbiamo a chi ci ha aiutato, ai nostri sponsor e soprattutto a tutti i trail runner che ci hanno dato fiducia anche quest’anno: se tutto si è svolto nel migliore dei modi è anche grazie a loro, che hanno corso nel pieno rispetto delle norme. Ci vediamo nel 2021».