Banner alto

Banner alto

Un mese al Tour de Ski in Trentino: la Val di Fiemme prepara la festa

Il 9 e 10 gennaio 2016 gran finale sulla Final Climb della Val di Fiemme (Tn). Una grande festa attenderà gli atleti dello sci di fondo in occasione del decimo anniversario del Tour de Ski. Dopo le prime tappe i norvegesi dominano in Coppa del Mondo. Tour del Gusto e Rampa con i Campioni graditi eventi di contorno.

Tour_de_Ski_2015_Tscharnke_Cologna_sci_nordico_ph_Newspower_Canon

Tscharnke, Cologna e il gruppo al Tour de Ski 2015 – ph. Newspower Canon

Un mese al leggendario appuntamento con la Final Climb dell’Alpe Cermis, un mese che porterà gli atleti a contare i giorni che li separeranno dalla storica decima edizione del FIS Tour de Ski. In Val di Fiemme fervono i preparativi per lo storico anniversario, e si svelano gradatamente le iniziative che lo celebreranno. Nel pomeriggio di domenica 10 gennaio, al termine delle gare, largo ai festeggiamenti con fuochi d’artificio e spettacoli pirotecnici, con il sottofondo musicale di un dj che farà partire le danze fra luci laser e fiamme coreografiche, dando il via ad una magnifica festa che offrirà vin brulé a tutti i presenti. Dopo le temibili pendenze della pista Olimpia III toccherà dunque al relax, con il party ed i fuochi artificiali alla stazione intermedia della cabinovia Alpe Cermis, dove giungeranno i “reduci” dalle emozionanti fatiche del decimo Tour de Ski, valevole per la Coppa del Mondo 2016.

Provvisoriamente ma saldamente in testa alle classifiche di Coppa del Mondo ci sono la norvegese Therese Johaug davanti a Nilsson e Oestberg, mentre per quando riguarda la graduatoria maschile svettano ancora i norvegesi con Martin Sundby, fenomenale nello skiathlon di Lillehammer, stabilmente al comando rispetto ai connazionali Petter Northug e Niklas Dyrhaug. Johaug, vincitrice del Tour 2014 e della tappa sul Cermis nel 2015, e Sundby, vincitore delle ultime due edizioni del Tour de Ski, hanno dichiaratamente dimostrato di ambire al prezioso trofeo di cristallo oltre che al fardello di punti che il “Tour” porta in dote, punti determinanti anche per vincere la Coppa del Mondo.

Tour_de_Ski_2015_Sundby_sci_nordico_ph_Newspower_Canon

ph. Newspower Canon

Per quanto riguarda gli azzurri, buona prova nei primi appuntamenti di Coppa in terra scandinava, in primis con il quarto posto ottenuto da Francesco De Fabiani, soprannominato simpaticamente “l’anti-Norvegia”, alla 15 km in tecnica classica con partenza ad inseguimento che ha chiuso il trittico finlandese di Ruka. Il migliore dei “nostri” a Lillehammer è stato invece Roland Clara, lui che proprio la scorsa stagione ha vinto la tappa finale sul Cermis, risultati che fanno ben sperare in vista degli impegni della Val di Fiemme, per la ‘battaglia’ più ardua dell’intero calendario, la sfida alla pista di sci alpino percorsa dai fondisti nella direzione opposta, con pendenze che si avvicinano al 28% e che solo i ‘cuori forti’ dello sci di fondo saranno in grado di affrontare. Attualmente sono ventidue le nazioni iscritte alla decima edizione del Tour de Ski, con Russia e Norvegia che schierano una folta rappresentanza di atleti, a seguire Svezia, Germania, Finlandia e Italia.

Sabato 9 gennaio un po’ di musica allieterà il folto pubblico prima della Mass Start allo Stadio del Fondo di Lago di Tesero, 10 km per le donne e 15 km per gli uomini, entrambe in tecnica classica. Domenica 10 gennaio apertura di giornata riservata alle delizie offerte dal Tour del Gusto, con sei postazioni dislocate lungo il tracciato che proporranno gli stuzzicanti prodotti trentini. Poco più tardi la “Rampa con i Campioni’ sarà la gara promozionale per chi vorrà cimentarsi con la sfida più ardita, al di fuori dal palcoscenico professionistico. Nel primo pomeriggio il momento che tutti gli appassionati attendono con trepidazione, la Final Climb che decreterà i campioni della decima edizione del Tour de Ski. Info: www.fiemmeworldcup.com