Banner alto

Banner alto

Valbondione: Michele Boscacci (Cs Esercito) incoronato re dell’Orobie Vertical

Da Bondione al rifugio Mario Merelli al Coca, una salita con 1000 metri di dislivello. Spettacolo e sfida ad alti livelli all’Orobie Vertical (gara di corsa in montagna griffata Fly-Up Sport di Mario Poletti), che ha incoronato lo scialpinista Michele Boscacci e al femminile Francesca Rossi. Qui la classifica.

valbondione 2016 orobie vertical ph credit flyup michele boscacci rid

Michele Boscacci vince l’Orobie Vertical 2016

Valbondione (Bg) 2 giugno 2016 – 150 atleti iscritti e tanti nomi di spicco si sono prenotati per disputare l’Orobie Vertical sul tracciato sistemato e messo in sicurezza dallo staff guidato da Mario Poletti, per una prova only up che rientrava nelle Skyrunning Italian Series. Per tutti, da percorrere erano 1000 metri di dislivello con 4 km circa di sviluppo, di cui il primo km in piano, il classico “lancio” nel centro del paese di Valbondione a sgranare il serpentone di corridori che si è poi inerpicato per 3 km mozzafiato fino a raggiungere il rifugio Merelli al Coca.

A mettere tutti d’accordo ci ha pensato Michele Boscacci (Cs Esercito – Us La Sportiva), il forte skialper valtellinese di Albosaggia ha messo in piedi uno show per palati fini, dominando la gara come in pochi potevano immaginare, per lui alla fine vittoria in 40’52” staccando di soli 15” un sontuoso Manuel Da Col (Team Scott), che conferma tutte le eccellenti referenze della vigilia. Buon bronzo per l’atleta di casa Fabio Bazzana (Karpos – Gav Vertova), subito nel vivo della gara a dare battaglia, il podio conquistato con il crono di 42’20” che va ad aggiungersi al terzo posto della scorsa settimana al Jack Canali. Quarto classificato un altro scialpinista azzurro, William Boffelli.

valbondione 2016 orobie vertical ph credit flyup fabio bazzana rid

Fabio Bazzana (Karpos La Sportiva)

Nella gara femminile non sfugge la vittoria a Francesca Rossi (La Sportiva) che domina le avversarie e chiude al rifugio Merelli al Coca con il tempo di 49’07”, rifilando quasi 5 minuti alla seconda, l’orobica Lisa Buzzoni (La Sportiva – 54’00”) rientrata da poco alle competizioni ma già in buona forma. Al terzo posto si classifica un’altra top, Martina Brambilla della Carvico Skyrunning, che chiude in 55’42”.

Si completa così di un altro capitolo la bella storia di Orobie Vertical by Fly-Up, la grande classica orobica, tra le gare di corsa only up nazionali ed internazionali, che negli anni ha visto alcuni dei maggiori interpreti succedersi in un albo d’oro stellare. Da oggi, insieme ai nomi di Bernard Dematteis, Nicola Golinelli, Marco De Gasperi, Nicola Pedergnana, Samantha Galassi, Emanuela Brizio ed Elisa Desco, fanno il loro ingresso trionfale un grande Michele Boscacci, titolare di un crono eccezionale, e la scalatrice Francesca Rossi.

valbondione 2016 orobie vertical ph credit flyup coca panorama rid

Il rifugio Mario Merelli al Coca, sede d’arrivo dell’Orobie Vertical

Ma grandi nomi a parte, l’edizione 2016 della salita da Valbondione al Coca ha rappresentato un grandissimo spot per la montagna e per il suo popolo: è stato emozionante osservare dall’alto del rifugio lo spettacolare serpentone di atleti che si dipanava sul sentiero, ed è stata suggestione pura scoprire in cima che tra loro, a sfidare le Orobie, oggi c’era anche Moreno Pesce, l’atleta disabile classe 1975, del team Bogn De Nia, che corre con il supporto di una protesi e che ha disputato lo scorso inverno il Santa Caterina Winter Trail.

Ph. © Fly-Up Sport

TOP 3 DONNE OROBIE VERTICAL
1) Francesca Rossi (La Sportiva) 49’07”
2) Lisa Buzzoni (La Sportiva) 54’00”
3) Martina Brambilla (Carvico Skyrunning) 55’42”

TOP 3 UOMINI OROBIE VERTICAL
1) Michele Boscacci (Cs Esercito – Us La Sportiva) 40’52”
2) Manuel Da Col (Team Scott) 41’07”
3) Fabio Bazzana (Team Karpos – Gav Vertova) 42’20”