Banner alto

Banner alto

Villacidro Skyrace: La Sportiva diventa main sponsor della gara in Sardegna

condividi su:

Vien da dire: il dio della montagna li fa, e poi li accoppia. Manca meno di un mese alla quarta edizione della Villacidro Skyrace, e mentre la corsa alle iscrizioni entra ufficialmente nel vivo, la notizia è che la corsa verso il cielo allestita all’interno della Sardinia Skyrunning Experience ha un nuovo main sponsor. Si tratta de La Sportiva, azienda trentina leader mondiale nella produzione di abbigliamento tecnico e scarpe per outdoor, settore in cui da sempre è alla ricerca dell’eccellenza.

Villacidro Skyrace

foto by Ettore Cavalli

«Questa partnership è un motivo d’immenso orgoglio per il nostro team, sia per l’intera cittadina – dicono della sala dei bottoni della Margiani Team Asd (club a capo dell’evento) -. L’abbiamo raggiunta attraverso la nostra filosofia progettuale (mai come quest’anno l’evento sarà a impatto zero) e speriamo rappresenti un’ulteriore spinta verso il futuro. Vogliamo far capire a tutti che la vera Sardegna è diversa da quella dei soliti cliché, e che lo sport può essere anche un mezzo d’attrazione turistica». Già. Se è vero che fra poche settimane si gareggerà nella prima tappa della Coppa Italia di skyrunning, lo è altrettanto che Villacidro, nei rimanenti 364 giorni dell’anno solare, resta un posto che merita di essere scoperto passo per passo.

La laboriosità dei suoi abitanti, è direttamente proporzionale alla raffinatezza del loro olio “La Nera di Villacidro”, tra i migliori al mondo. I visitatori rischiano di essere presi per la… gola, anche grazie alle arance (esportate in tutta Europa) e ciliegie, un must della vallata di Villa Scema. Che dire, inoltre, del liquore Villacidro murgia Giallo (ricetta segreta, custodita da sempre) o dell’amaro 150, prodotto dall’azienda Is Cogas? Da gustare con cura. Tutto da assaporare, il prossimo 25 aprile, si annuncia un evento (21 km di lunghezza distribuiti su 1920 metri di dislivello), in cui la fatica sarà alleggerita dalla bellezza del contesto naturale.

Passando tra creste e pietraie, i passaggi nei boschi (preservati dalle sentinelle che vi si allenano durante l’anno), andranno ad alternarsi, tra le altre cose, con la visione delle cascate (a un chilometro dal centro ci sono quelle di San Spedula) e con quella del gruppo montuoso del Linas, una delle terre emerse più antiche del Mondo. L’albo d’oro dice qui, nell’edizione del 2019, ultimi a vincere furono Mattia Tanara e Stephanie Jimenez, la leggenda che in zona si annidino delle streghe scacciate da San Sininnio.

Gli aneddoti sulle streghe (le cosiddette Is Cogas) si tramandano di generazione in generazione, le stesse appassionate dei romanzi scritti da Giuseppe Dessì (indimenticato vincitore del premio Strega ’73 con Paese d’ombre) a cui è dedicato un noto concorso letterario. Il main sponsor La Sportiva, si inserirà in questo contesto cultural-sportivo, creando, nel giorno della Liberazione, un’ideale bandiera tricolore che sventolerà dalle Dolomiti (sede del suo storico quartier generale) sino alla Sardegna. Chiamatele affinità elettive: chi meglio, di un’azienda da sempre al vertice, può essere a fianco di una manifestazione che punta a crescere?