fbpx
martedì, Settembre 27, 2022

Zacup: Jean Baptiste Simukeka e Martina Cumerlato firmano l’ottava edizione della sky del Grignone

Zacup Skyrace 2022 Simukeka Cumerlato
Jean Baptiste Simukeka è il dominatore della Zacup Skyrace ridefinendo il record. Al femminile la firma di Martina Cumerlato. Photo credit Francesco Bergamaschi e Giacomo Meneghello

Jean Baptiste Simukeka, è lui il re della Zacup 2022. Il fuoriclasse ruandese è tornato a dare spettacolo sulle montagne lecchesi vincendo nuovamente la gara di Pasturo e battendo pure il suo record 2019 che poi era anche il tempo da battere su questo tracciato. Al femminile tutte dietro l’azzurra di skyrunning Martina Cumerlato. Al suo esordio su questo tecnicissimo percorso la talentuosa atleta veneta ha confermato quanto di buono si dice sul suo conto ponendo la propria firma nell’albo d’oro della classica settembrina griffata Team Pasturo.

All’ombra della Grigna settentrionale 230 corridori del cielo hanno risposto presente all’invito di Alberto Zaccagni dando vita a delle sfide in alta quota che hanno deliziato il numeroso pubblico presente.

Pronti, via e il tenente dell’esercito ruandese ha subito messo in chiaro che l’uomo da battere sarebbe stato ancora una volta lui. Sulla ripida ascesa che porta al mitico Zapel de l’Asen ha sgranato il gruppo di testa tenendo a debita distanza i “local” Mattia Gianola e Daniel Antonioli. Le posizioni non sono cambiate al passaggio dal rifugio Bogani, nella torcida del Brioschi (gpm della gara a quota 2410 mslm) e al traguardo di Pasturo. Qui Simukeka, nuovo idolo del pubblico lecchese, è stato letteralmente portato in trionfo. Il 2h46’14” siglato da Jean Baptiste Simukeka, portacolori dell’Orecchiella di Garfagnana sarà il tempo da battere nelle edizioni a venire. Sul podio con lui anche Mattia Gianola, 2° in 2h46’17” e Daniel Antonioli 3° in 2h49’42”. Completano la top five di giornata Zaid Ait Malek e Andrea Rota. Seguono nell’ordine Luca Del Pero, Lorenzo Beltrami, Mattia Tanara, Francesco Ceschi e Danilo Brambilla.

Sui tecnicissimi 27.5km (2650 m di dislivello positivo) della skyrace lecchese resiste invece il best time della rumena neo campionessa mondiale di specialità Denisa Dragomir (3h12’50”). Alla sua prima esperienza in Grigna la veneta Martina Cumerlato si è accontentata del successo di giornata vincendo la Zacup 2022 in 3h29’43”. Seconda e terza assolute due atlete di casa Francesca Rusconi (3h42’45”) e Martina Brambilla (3h50’13”). Molto bene anche Elisa Pallini 4ª e Debora Benedetti 5ª.

Archiviata la Zacup 2022, il Team Pasturo focalizzerà le proprie future energie nella Grigne Skymarathon, appuntamento clou della prossima estate.

Consultabile qui la classifica della Zacup Skyrace 2022.

RELATED ARTICLES

Most Popular