Banner alto

Banner alto

Ginkgo Stafetten, il primo di giugno aprono le iscrizioni

Condividi su:

Sabato 8 agosto è in programma a Castello in Val di Fiemme la 4ª edizione della Ginkgo Stafetten, una corsa adatta a tutti gli sportivi e alle famiglie. Cinque le frazioni, da 1,9 km a 12 km: ce n’è per tutti i gusti. È nata ispirandosi alla VasaStafetten, la corsa svedese figlia della Vasaloppet. Organizza il Gs Castello e il nome deriva dal Ginkgo Biloba, una pianta preistorica.

Castello_di_Fiemme_Ginkgo_Stafetten_2013_Partenza_ph_credit_Luigi_Piazzi

ph: Luigi Piazzi

Il 1° giugno si aprono in Val di Fiemme le iscrizioni per l’attesa Ginkgo Stafetten, una gara che si ispira alla svedese VasaStafetten, evento estivo inserito negli appuntamenti della Vasaloppet, celebre gara di sci di fondo “madre” di tutte le granfondo invernali, la cui prima edizione è datata 19 marzo 1922, con 90 km e con al via, allora, 119 partecipanti. Basta anche un solo fatto per sottolineare la “grandezza” di questa manifestazione, per l’edizione 2016 le iscrizioni si sono aperte e chiuse in 83 secondi dopo aver raggiunto la quota massima ammessa di 15.800 fondisti e dopo un’ora sono arrivate 32.000 adesioni per la settimana di eventi invernali Vasaloppet. Vasaloppet non riposa neppure d’estate, con diversi appuntamenti sportivi. Dal 2008 propone anche la VasaStafetten, una gara podistica a staffetta sul tracciato della granfondo invernale con squadre di 10 partecipanti, che la scorsa edizione ha visto al via 5.000 runners e nel 2015 ne attende ben 6.000!

La Ginkgo Stafetten, alla sua quarta edizione, si corre in una delle vallate del Trentino fra le più sportive per antonomasia. È la Val di Fiemme, dove si svolge la Marcialonga (con gli sci da fondo, con la bici da corsa e con le … scarpette), e che ha ospitato tre Campionati del Mondo di sci nordico. La Marcialonga è nata nel 1971 dopo che quattro appassionati trentini di ritorno dall’affascinante Vasaloppet dissero tra il serio ed il faceto “podesan farla ancha noi” (potremmo farla anche noi). Così da allora la Marcialonga, amatissima dai nordici, ogni anno fa il pieno in un nonnulla con 7.500 iscritti.

Nel 2010 una delegazione fiemmese composta da appassionati di sci da fondo e della corsa, guidata da Carmine Tomio e con al seguito anche Mario Broll, allora presidente del Gs Castello – la società di Castello di Fiemme che organizza numerosi eventi sportivi, ha partecipato alla VasaStafetten giusto per approfondirne la portata. Fu una partecipazione di successo, con la staffetta dei dieci trentini piazzata undicesima su 221 squadre. L’anno dopo l’impresa fu ripetuta ed al via ci furono tre staffette fiemmesi, con un bel settimo posto su 231 teams al via che, fatti i debiti conti, significa 2310 runners.

Di ritorno da Mora, la località svedese sede della manifestazione, Mario Broll e Carmine Tomio pronunciarono un’altra frase in dialetto destinata a rimanere storica: “alora la fasonte?” (allora la facciamo?), riferendosi ad una staffetta sullo stile della gara svedese ma in terra trentina per l’appunto, con fulcro, ovviamente, Castello di Fiemme. Lì fu gettato il seme della Ginkgo Stafetten, e il nome è semplice da spiegare. Proprio quell’anno, per celebrare i 35 anni di vita del Gs Castello, l’allora presidente Mario Broll in accordo col Comune piantò nella piazza del paese un albero che ha radici… preistoriche, un Ginkgo Biloba, appunto, una pianta che è definita… madre di tutti gli alberi, che presenta proprietà eccellenti, anche come integratore. E così dal 2012 si corre la Ginkgo Stafetten, una staffetta per squadre da cinque runners che percorrono altrettante frazioni di diverse lunghezze, da 1,9 km a 12 km. Organizza il Gs Castello, che in inverno propone anche il celebre Trofeo Topolino di sci di fondo.

Quest’anno la quarta edizione della Ginkgo Stafetten è in programma l’8 agosto, un sabato pomeriggio che è un vero e proprio invito a tutti gli sportivi, alle famiglie “sportive”, ai teams anche di altri sport di fatica. Le squadre partecipanti possono essere maschili, femminili o miste. La competizione è decisamente alla portata di tutti, considerate le distanze delle singole frazioni. Si sono viste in gara anche intere famiglie con genitori e figli e pure qualche nonno.

La prima frazione della Ginkgo Stafetten è di 5.554 metri e 136 m di dislivello, la seconda di 1900 m. e 34 m/dsl, la terza di 8.900 m e 216 m/dsl, la quarta di 3.770 m e 50 m/dsl ed infine la quinta, più impegnativa, di 12.060 m e 310 m/dsl. Il fatto, poi, di svolgersi di sabato pomeriggio consente ai concorrenti di trascorrere un bel week end d’agosto in una zona votata al turismo come la Val di Fiemme, con le Dolomiti a fare da splendido sfondo. Castello di Fiemme, all’inizio della vallata, è il paese che ha dato i natali a tanti campioni, come Franco Nones, prima medaglia d’oro olimpica italiana nello sci di fondo.

Le iscrizioni alla Ginkgo Stafetten apriranno il 1° giugno e tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.gscastello.it