fbpx
giovedì, Settembre 29, 2022

In 1200 si daranno battaglia a La Trenta Trentina. Al via anche Kisorio e Kerage

Saranno circa 1.200 i concorrenti che domenica mattina 25 settembre si daranno battaglia intorno ai laghi di Levico e Caldonazzo con un pettorale de La Trenta Trentina 2022 addosso. La cifra precisa si conoscerà nella giornata di domani, quando le ultime iscrizioni saranno raccolte al PalaLevico, ma già così fa un certo effetto, visto che riporta la manifestazione al seguito sui cui poteva contare prima della pandemia, per la soddisfazione degli organizzatori. La concomitanza con l’appuntamento elettorale non ha scoraggiato né i runner, né lo staff dell’asd Non solo runner, che dopo due edizioni condizionate dalle limitazioni può riproporre il programma completo della manifestazione con la Camminata per la Ricerca, il pasta party e la musica dal vivo al Parco Segantini, baricentro dell’evento.

Per quanto concerne gli atleti di punta, oltre ai nomi già pervenuti nei giorni scorsi, Rok Puhar, Mohammed Morchid, Ahmed El Mazoury, Ousman Jaiteh e Edgardo Confessa, si è aggiunto quello del keniano Hosea Kimeli Kisorio, tesserato per la Libertas Orvieto, da inserire di diritto fra i favoriti. Anche in campo femminile il drappello più competitivo del quale facevano già parte Arianna Lutteri, Rebecca Lonedo, Barbara Bressi e Monica Carlin, è stato integrato da una specialista degli altipiani, ovvero da Nancy Kerubo Kerage, tesserata con l’Atletica Sandro Calvesi, che a giugno ha vinto la We Run Rome.

Oltre alla gara individuale, il cui start verrà dato alle ore 10.00 in via Vittorio Emanuele a Levico Terme, che darà vita ad una classifica assoluta, ma anche a quelle delle tante categorie Master, si correrà quella a coppie, la Duo half, una formula che permette agli appassionati di affrontare questo bellissimo percorso, dividendosi le fatiche con un compagno o una compagna. Per chi invece sceglie la passeggiata lunga 8,5 chilometri intorno al Lago di Levico, la Camminata per la Ricerca comincerà alle ore 9.30 dal Parco Segantini. Le iscrizioni saranno raccolte in loco prima del via e tutto il ricavato sarà devoluto alla Fondazione trentina per la ricerca sui tumori.

L’anno scorso ad imporsi fu il keniano Moses Lekuraa con il tempo di 1 ora 39’ e 17”, quasi due minuti più alto rispetto al record realizzato nel 2018 da Vincent Kimutai Towett, che la spuntò sul gambiano Ousman Jaiteh, presente anche domenica prossima, e sul keniano Dennis Bosire Kiyaka, mentre in campo femminile a dominare fu la ruandese Clementine Mukandanga con il tempo di 1 ora 56’ e 43”, seguita dalle italiane Arianna Lutteri, di nuovo allo start domenica, e Laura Brenna.

Mescolati fra i concorrenti ve ne saranno sei, riconoscibili per il pettorale color oro, che possono vantare la propria partecipazione a tutte le edizioni de La 30 Trentina: si tratta di Paolo Biondaro, Alessandro Callegari, Maurizio Olfi, Giorgio Slompo, Giuseppe Zonta e Giovanna Tagliaferro.

ARTICOLI CORRELATI

Most Popular