Banner alto

Banner alto

World Athletics pubblica le linee guida per la prevenzione delle epidemie

Condividi su:

World Athletics ha pubblicato oggi una serie di linee guida sulla salute e la sicurezza per aiutare gli organizzatori della competizione a minimizzare il rischio di diffusione del coronavirus durante la messa in scena di eventi all’aperto nello stadio durante l’attuale pandemia. Le linee guida, redatte dal Dipartimento di salute e scienza del World Athletics, riguardano anche il periodo post-picco, come descritto dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e si basano su conoscenze scientifiche e mediche del virus responsabile di Covid-19.

Il documento offre una guida per atleti professionisti, personale di supporto, funzionari tecnici, forza lavoro, volontari, personale medico e media. Sebbene non includa le linee guida relative agli spettatori, l’OMS ha prodotto un documento e strumenti di valutazione del rischio per le riunioni di massa. Si consiglia agli organizzatori del concorso di effettuare una valutazione del rischio in quattro punti per tutti i partecipanti accreditati. Se un individuo segna due o più, si consiglia di sottoporsi a un protocollo di autorizzazione medica prima dell’evento.

running

Altre raccomandazioni includono:

Pre-Event

I desk di benvenuto organizzati dai comitati organizzativi locali (LOC) negli aeroporti o nelle stazioni ferroviarie dovrebbero fornire ad ogni arrivo un bagaglio di benvenuto che includa maschere monouso (tre al giorno, minimo), bottiglie di disinfettante per le mani, salviette disinfettanti e un foglietto illustrativo i protocolli di salute e sicurezza per quel particolare evento.
Quando vengono trasportati da un aeroporto o da una stazione ferroviaria a hotel della concorrenza, tutti i passeggeri e i conducenti devono indossare una maschera ed essere seduti a una distanza appropriata l’uno dall’altro. I flussi unidirezionali dovrebbero anche essere implementati per evitare il mescolamento delle persone.
Si raccomanda inoltre ai LOC di organizzare e utilizzare un registro degli incontri medici, registrato su un sistema elettronico, per facilitare l’identificazione e l’ulteriore contatto di individui potenzialmente infetti.

Allo stadio

Gli spettatori e il personale accreditato dovrebbero avere due ingressi completamente separati e i flussi non dovrebbero incrociarsi. Il personale accreditato dovrebbe avere accesso al luogo della competizione solo se indossa una maschera facciale e con il proprio disinfettante per le mani.
Le maschere devono essere indossate da tutti nello stadio, ad eccezione degli atleti che si scaldano o gareggiano nel loro evento.
Le zone di riscaldamento dovrebbero essere ampie aree all’aperto a breve distanza a piedi dallo stadio della competizione e l’accesso ad esso dovrebbe essere rigorosamente controllato. Gli atleti devono essere invitati ad accedere all’area di riscaldamento seguendo un orario specifico. Tutto il personale accreditato deve indossare una maschera e lavarsi le mani prima di entrare nelle zone di riscaldamento o nei servizi igienici dedicati.
Le maschere dovrebbero essere indossate anche nelle call room, che dovrebbero essere disposte in un luogo all’aperto. È inoltre obbligatorio disinfettare le sedie tra ogni utilizzo.

Durante la gara

Il numero di persone sul campo di gioco dovrebbe essere ridotto al minimo e gli ufficiali che verranno a stretto contatto con gli atleti dovrebbero indossare occhiali protettivi o una visiera di plastica, oltre alla loro maschera.
Una volta che gli atleti hanno tagliato il traguardo, dovrebbero cercare di mantenere le distanze dal pubblico e dai funzionari, ove possibile, fino a quando non raccolgono i loro effetti personali dalla call room.

Linee guida specifiche per le singole discipline

– i blocchi di partenza devono essere puliti tra una gara e l’altra
– il cloro deve essere aggiunto al salto in acqua per la fase di siepi
– i bastoncini di staffetta devono essere puliti tra ogni utilizzo e le squadre di staffe dovrebbero essere scoraggiate dal raccogliere o abbracciare dopo una gara
– l’uso di disinfettante per le mani dovrebbe essere raccomandato prima di ogni tentativo di salti verticali
– i funzionari dovrebbero pulire il tappetino di atterraggio tra ogni salto, usando una scopa e una soluzione virucida o usare un sottile strato di plastica o tessuto riciclabile che può essere posizionato sul tappeto da salto
– la sabbia nei pozzi da salto deve essere miscelata con una soluzione contenente agente virucida biodegradabile e non aggressivo per la pelle
– i funzionari che maneggiano gli attrezzi da lancio devono lavarsi le mani o usare guanti monouso dopo ogni manipolazione
– negli eventi combinati, la stanza utilizzata dagli atleti per recuperare le discipline dovrebbe essere all’aperto, se possibile. Gli allenatori dovrebbero essere incoraggiati a interagire con i loro atleti utilizzando dispositivi elettronici.

Dopo la competizione

Se possibile, anche le zone miste dei media dovrebbero essere al di fuori e il numero di persone nell’area dovrebbe essere ridotto al minimo. Uno schermo in plexiglass dovrebbe essere posizionato tra gli atleti e i media, e pulito dopo ogni intervista, e dovrebbero essere usate caselle di intervista separate se ci sono più posizioni. Senza schermi, una zona morta di sicurezza di tre metri dovrebbe essere adottata quando i giornalisti intervistano gli atleti e le maschere dovrebbero essere utilizzate da entrambe le parti.
Per ridurre al minimo il numero di persone sul campo di gioco, non sono raccomandate cerimonie di premiazione dal vivo, ma sono incoraggiate soluzioni digitali alternative. Una volta conclusa la competizione, dovrebbe essere intrapresa un’accurata procedura di disinfezione.