Banner alto

Banner alto

21ª Maratona di Pisa a Jilali Jamali e Nikolina Sustic, mezza a Borjesson e Bezzina

Condividi su:

Jilali Jamali, atleta marocchino residente in Italia classe 1980, e Nikolina Sustic, croata classe 1987, sono i vincitori della XXI Maratona di Pisa, rispettivamente con i tempi di 2h22’49” e 2h40’22”. La mezza maratona toscana, invece, parla svedese e maltese.

maratona di pisa

ph Gabriele Masotti

Maratona

Originario del Marocco, vive in Italia ed è tesserato per il Gp Parco Alpi Apuane il vincitore assoluto della Pisa Marathon Jilali Jamali. 2h22’49” il tempo d’arrivo sotto la Torre Pendente, dopo aver vinto la sfida con il keniano Joash Kipruto Koech (Atl. Potenza Picena), secondo classificato con 1’49” di ritardo (2h24’38”). L’Italia sale sul podio con Roberto Graziotto (Tornado) con 2h26’26”, non lontano dal suo primato personale di 2h25’55”, segnato a Padova in aprile.

Anche Nikolina Sustic nel mese di aprile fece il primato personale sulla 42 km. E oggi la croata, con la sua gara tutta in solitaria, festeggia la terza vittoria consecutiva alla Maratona di Pisa. Per la campionessa mondiale di ultra maratona 100 km c’è anche un buon tempo da scrivere nell’albo d’oro: 2h40’22”, che è anche il suo miglior crono sulle strade di Pisa. L’anno scorso chiuse in 2h42’29, mentre nel 2017 terminò in 2h42’51”.

maratona di pisa

ph Gabriele Masotti

Podio femminile che vede al secondo posto la finlandese Annemari Kiekara con 2h41’20”, a un minuto esatto dalla Sustic, e Petra Pastorova della Repubblica Ceca, terza in 2h45’35”, l’anno scorso fu quarta in 2h49’24”. Non era giornata invece per l’ungherese Tunde Szabo che era giunta seconda sia nel 2017 che 2018 alle spalle della Sustic, quest’oggi si piazza 4ª in 2h48’53”. Prima italiana la vicentina Maurizia Cunico (Atl. Casone Noceto), quinta classificata in 2h51’13”.

Mezza maratona

In contemporanea si è corsa la Pisanina Half Marathon. Vince lo svedese classe 1992 John Borjesson in 1h06’08”, giunto al traguardo stremato, tanto da rimanere sdraiato per qualche secondo sul parterre d’arrivo, ma felice per aver migliorato il primato personale sulla distanza. Ha cancellato l’1h07’17” della mezza di Barcellona nel febbraio 2016. Secondi e terzi il britannico Jim Allchin e l’italiano Gabriele Bacchion (Tornado) in 1h09’41”.

Al femminile fa festa con la terza vittoria consecutiva, come la Sustic in maratona, la maltese Lisa Marie Bezzina, classe 1979, in 1h17’49”. Nel 2017 successo in 1h19’42”, nel 2018 in 1h18’14” e oggi miglior tempo e nuovo primato personale. Secondo posto per Elisabetta Beltrame (Lbm Sport) in 1h17’48” e a seguire Joelle Cortis, proveniente da Malta, in 1h20’29”.