Banner alto

Banner alto

Maratona di Reggio Emilia, domenica 8 dicembre la 24esima edizione

Condividi su:

La 24ª edizione della maratona di Reggio Emilia – Città del Tricolore scatterà domenica 8 dicembre alle ore 9.00 da corso Garibaldi. Verrà accompagnata dalla non competitiva Run For Charity Coop Alleanza 3.0 (ore 10).


In attesa di vedere se il ruandese Jean Baptiste Simukeka, vincitore nel 2017 e 2018, centrerà il clamoroso tris, e chi succederà nell’albo d’oro alla record-woman Alemu Maru Tsehay, che non sarà ai nastri di partenza nel 2019, diamo un’occhiata a primati e albo d’oro della manifestazione targata Tricolore Sport Marathon. Nel 2018 vittorie, per il secondo anno di fila, di Simukeka e Tsehay, con tanto di nuovo primato del percorso da parte della giovane atleta etiope (2h29’59). 

Migliori prestazioni di sempre della gara maschile: 1 Lahcen Mokraji (Marocco) 2h12’29 nel 2011, 2 Teklu Geto Metaferia (Etiopia) 2h13’46 nel 2010, 3 Denis Curzi 2h13’49 nel 2010.

Albo d’oro maschile: comandano gli atleti marocchini con 9 vittorie, seguiti da Italia (7), Kenia (3), Ruanda (2), Etiopia e Slovenia. Dettaglio: 1996 Walter Merlo, 1997 Nicola Ciavarella, 1998 Nicola Ciavarella, 1999 Sergio Chiesa, 2000 Emanuele Zenucchi, 2001 Farid El Marrafe, 2002 Roman Kejzar, 2003 Philemon Kipkering, 2004 Paul Lokira, 2005 Mohamed Hajjy, 2006 Philemon Kipkering, 2007 Slimani Benazzouz, 2008 Hamed Nasef, 2009 Teklu Geto Metaferia, 2010 Taoufike El Barhoumi, 2011 Lahcen Mokraji, 2012 Jaouad Zain, 2013 Michele Palamini, 2014 Lahcen Mokraji, 2015 Jaouad Zain, 2016 Francesco Bona, 2017 Jean Baptiste Simukeka, 2018 Jean Baptiste Simukeka.

Migliori prestazioni di sempre della gara femminile: 1 Alemu Maru Tsehay 2h29’59 nel 2018, 2 Maru Alemu Tsehay 2h33’41 nel 2017, 3 Catherine Bertone 2h34’54 nel 2015.

Albo d’oro femminile: dominio italiano assoluto con 17 vittorie; solo briciole per Russia (2), Ungheria (2) ed Etiopia (2). Dettaglio: 1996 Daniela Spilotti, 1997 Daniela Spilotti, 1998 Vera Soukhova, 1999 Ludmilla Smirnova, 2000 Ida Kovacs, 2001 Ida Kovacs, 2002, Marcella Mancini, 2003 Francesca Zanusso, 2004 Ivana Iozzia, 2005 Silvia Sommaggio, 2006 Gloria Marconi, 2007 Stefania Benedetti, 2008 Giustina Menna, 2009 Ivana Iozzia, 2010 Ilaria Bianchi, 2011 Eliana Patelli, 2012 Elisa Stefani, 2013 Eliana Patelli, 2014 Laura Giordano, 2015 Catherine Bertone, 2016 Catherine Bertone, 2017 Maru Alemu Tsehai, 2018 Maru Alemu Tsehai.

A conteggi non ancora ultimati è facile prevedere che verrà superata quota 3mila iscritti alla maratona, vale a dire circa 400 runner in più rispetto a un anno fa, e senza dimenticare che sabato 7 dicembre, al centro maratona PalaBigi, ci sarà la possibilità di iscriversi last minute. Tra un anno, in occasione del 25esimo compleanno, la maratona di Reggio Emilia sarà valida per il campionato italiano, Assoluto e Master.

Con questi due botti in premessa…chiaro che il resto passi un po’ in secondo piano, anche se di resto ce n’è parecchio, dal campionato regionale Uisp alla reggianità scelta quale tratto distintivo dell’edizione 2019 (con tanto di slogan in dialetto rilanciati via social per tutta Italia), dalla modifica al tratto iniziale del percorso (partenza verso piazza Roversi anziché verso piazza Gioberti) alla presentazione dei top runner, dall’alto punteggio di sostenibilità ambientale ottenuto dagli organizzatori ai numeri dei volontari e della Protezione Civile: più di 500 elementi, senza contare le Forze dell’Ordine. “Senza il volontariato questa manifestazione non starebbe in piedi”, ha specificato Minardi.

La Maratona di Reggio edizione 2019 è stata ufficialmente presentata presso la sede del Consorzio Parmigiano Reggiano, title sponsor della manifestazione. Al tavolo il padrone di casa, Lorenzo Pinetti, presidente della sezione reggiana; Raffaella Curioni, assessore allo sport del Comune di Reggio Emilia; Ilenia Malavasi, vice presidente della Provincia; Azio Minardi, presidente Uisp Reggio Emilia; Marco Benati, presidente della Federazione Atletica regionale; Paolo Manelli, presidente della Tricolore Sport Marathon. Cerimoniere Roberto Brighenti, già sul pezzo in vista della gara di domenica, che lo vedrà nel ruolo di top speaker. In sala i rappresentanti di EmilBanca e Coop Alleanza 3.0, poi istituzioni, sponsor, collaboratori, volontari; un elenco impossibile da citare nel dettaglio.

Top runner (le liste sono suscettibili di qualche variazione all’ultimo minuto)

Donne (pacemaker Luca De Francesco): Nikolina Sustic (Croazia), Marija Vrajic (Croazia), Fruzsina Bakonyi (Ungheria), Teresa Montrone (Atl. Locorotondo), Vira Ovcharuk (Ucraina), Silvia Tamburi (Atl. Avis Perugia), Federica Moroni (Golden Club Rimini), Federica Proietti (Corradini Rubiera), Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona), Monica Carlin (Valsugana Trentino), Luisa Gelmi (Gav Vertova), Francesca Bravi (Grottini Team), Katia De Angelis (Grottini Team), Elisabetta Albertini (Pol. Rubiera), Manuela Marcolini (3.30 Road and Trail Team), Jane Bethany Thompson (Inghilterra, Circolo Minerva Parma).

Uomini (pacemaker Daniele D’Onofrio): Jean Baptiste Simukeka (Ruanda, Gs Orecchiella Garfagnana), Francesco Bona (Aeronautica Militare), Ahmed Nasef (Atl. Desio), Tariq Bamaarouf (Marocco, Atl. Desio), Julius Rono Kipngetich (Kenia, Atl. Recanati), Youness Zitouni (Marocco, Pod. Il Laghetto), Mohamed Moro (Fratellanza 1874), Ousman Jaiteh (Gambia, Trentino Running Team), Youssef Sbaai (Marocco, Team Marathon), Luigi Del Buono (Sef Stamura Ancona), Marco Ferrari (Atl. Paratico), Davide Scarabelli (Pol. Scandianese), Marco Menegardi (Bergamo Stars Atletica), Francois Marzetta (Dk Runners Milano), Roberto Rondoni (Pol. Scandianese), Marco Boffo (Brema Running Team), Andrea Soffientini (Azzurra Garbagnate Milano), Matteo Vecchia (Dk Runners Milano), Youssef Aich (Marocco, Mondragone in Corsa), Smail Charfaoui (Marocco, Atl. CorriFerrara).