Banner alto

Banner alto

Mondiali giovanili: scocca l’ora dei velocisti. Vasi 6ᵃ, Manzoni ‘promesso sposo’ Boulder

Condividi su:

Campionati Mondiali Giovanili di arrampicata sportiva ad Arco: tocca a boulder e speed. Matteo Manzoni entra in semifinale, Francesca Vasi sesta speed in qualifica. Qualificate anche Laura Rogora (15ª), ieri oro lead, ed Elisabetta Dalla Brida (16ª). Bravi Natalia Kalucka (speed), Le Cerf e Milne (boulder) – proseguono le qualificazioni.

newspower

Dopo la straordinaria prova di Laura Rogora nella giornata di ieri ai Campionati Mondiali Giovanili di arrampicata sportiva che le è valsa l’oro mondiale lead, oggi al Climbing Stadium di Arco, in Trentino, andavano in scena le specialità boulder e speed, a proseguire un programma di sfide accesissime che fino al 31 agosto intratterranno gli appassionati.

La mattina odierna è stata dedicata ai ragazzi boulder, con i migliori 20 ad accedere alla fase di successi. “Quel ramo del lago di Como…”. Il nostro azzurro Matteo Manzoni si è classificato in 13.a posizione a pari merito con il francese Sam Avezou, mentre a distinguersi sono stati il francese Pierre Le Cerf, anch’egli ‘pareggiato’ dal britannico Maximillian Milne, a destare un’ottima impressione assieme al giapponese Shuta Tanaka già oro lead ad Arco e 5° assoluto in compagnia dello sloveno Ziga Zajc in questa prima tornata di qualifica. Ma un altro climber nipponico si è ben distinto sulla parete allestita dal comitato Ssd Arrampicata Sportiva Arco, Katsura Konishi, terzo assieme al belga Harold Peeters. Proseguendo con i qualificati ecco anche Sohta Amagasa, Nicolai Uznik, Julien Clemence, Nathan Martin, Nikolai Michurov, Samuel Wingardh, Elias Arriagada, Leo Favor, Lukas Franckaert, Zach Richardson, Michael O’Neill e Christoph Schweiger. Fuori dai giochi l’altro azzurro Matteo Baschieri. I magnifici 20 della categoria junior maschile affronteranno le semifinali nella giornata di domani, dalle ore 15 alle ore 16.30.

Nel pomeriggio si sono svolte anche le qualificazioni speed dove Laura Rogora è nuovamente scesa in campo, qualificandosi con il 15° tempo e un best time di 10.776. Superlativa l’altra azzurra Francesca Vasi, a centrare il sesto tempo dopo aver sfoderato due ottime prove (la migliore in 8.975). Si qualificavano le migliori sedici ed Elisabetta Dalla Brida ha centrato proprio l’ultimo posto disponibile, con una prova ben al di sotto delle aspettative e sensazioni non proprio ottimistiche per la trentina in vista di domani. Tutte le azzurre sono comunque riuscite a qualificarsi in questa categoria. A brillare sono state le due sorelle polacche Natalia e Aleksandra Kalucka, 1.a e 3.a con Natalia a fermare il cronometro a 7.835. Non è andata molto distante la russa Elena Remizova, seconda, confermando l’est europeo come l’eccellenza della speed nell’arrampicata sportiva. Completano il quadro Alejandra Contreras, Polina Aksenova, Lauren Bair, Natalia Grossman, Audrey Johnson, Romane Fontelaye, Luiza Emeleva, Celina Shoibl, Eva Maria Hammelmueller e Dagyeong Han. Fino alla serata inoltrata ci saranno le qualifiche boulder Youth B maschi e femmine e le qualifiche speed Youth A maschi.

Qualifiche Boulder- Junior maschile
1 Milne Maximillian GBR; 1 Le Cerf Pierre FRA; 3 Konishi Katsura JPN; 3 Peeters Harold BEL; 5 Tanaka Shuta JPN; 5 Zajc Ziga SLO; 7 Amagasa Sohta JPN; 7 Uznik Nicolai AUT; 9 Clémence Julien SUI; 9 Michurov Nikolai RUS; 9 Martin Nathan FRA

Qualifiche Speed- Junior femminile
1 Kalucka Natalia POL; 2 Remizova Elena RUS; 3 Kalucka Aleksandra POL; 4 Contreras Alejandra CHI; 5 Aksenova Polina RUS; 6 Vasi Francesca ITA; 7 Bair Lauren USA; 8 Grossman Natalia USA; 9 Johnson Audrey USA; 10 Fontelaye Romane FRA