Banner alto

Banner alto

Orobie Vertical, si infiamma la sfida all’ombra del pizzo Coca: Manuel Da Col e Lisa Buzzoni campioni in cerca di rivincita

Condividi su:

Il 2 giugno giungerà il momento dell’Orobie Vertical, una settima edizione che promette bollenti sfide cronometriche e che vedrà gli atleti partire dal paese di Valbondione, in Alta Valle Seriana, per inerpicarsi sul sentiero che, in mille metri di dislivello, li condurrà al rifugio Merelli al Coca, agognato traguardo della corsa inserita nelle Skyrunner Italy Series e nel circuito SkyVertical Affari & Sport. Iscriversi è possibile fino a mercoledì 31/05. Nella lunga lista dei top runner, anche Manuel Da Col (team Scott) e Lisa Buzzoni (team La Sportiva): entrambi hanno un conto in sospeso con questa ascesa.

Manuel Da Col (team Scott) all'Orobie Vertical nel 2016 - foto credit Fabrizio Servalli

Manuel Da Col (team Scott) all’Orobie Vertical nel 2016 – foto credit Fabrizio Servalli

Sono ancora aperte le iscrizioni all’Orobie Vertical memorial Danilo Fiorina e lo resteranno fino a mercoledì 31 maggio: ancora una manciata di giorni a disposizione per rompere gli indugi e assicurarsi un pettorale di questa scalata di vera montagna, disegnata su uno dei più gettonati itinerari escursionistici delle Orobie Bergamasche. Le iscrizioni si effettuano online sul sito Fly-Up oppure recandosi presso i negozi Kappaemme Sport (Ponte Selva di Parre -Bg-), Ready To Run (Torre Boldone -Bg-) e Affari&Sport (Lecco e Villasanta).

Se l’albo d’oro della manifestazione racconta di atleti del calibro di De Gasperi, Dematteis e Boscacci al maschile e di Brizio, Galassi e Jimenez al femminile, ebbene, accanto a questi nomi ne esistono altri, del medesimo livello, che ancora non sono riusciti a centrare l’obiettivo OV e sono a caccia di una rivincita. Fra essi, il king dell’only up appartenente al team Scott, Manuel Da Col, stratosferico a Fully, e la star bergamasca del LaSpo Team Lisa Buzzoni, che quest’anno alterna sky, vertical e gare di mountain running.

Manuel Da Col arriva da Cibiana di Cadore, paese di 400 anime circondato dalle Dolomiti e impreziosito dai murales, terra di sportivi e ambiente che «ricorda un poco Valbondione». Lo scorso anno Da Col partecipò all’Orobie Vertical ottenendo la piazza d’onore, a soli 15 secondi dal vincitore Michele Boscacci. Furono i momenti iniziali di una stagione che lo consacrò definitivamente nel gotha della corsa in salita. 30’39” il suo crono a Fully a meno di 22 secondi dal primo: «Contentissimo del risultato ma anche rammaricato, sarebbero bastati una decina di secondi in meno per salire sul podio della vertical più famosa del mondo».

E il 2 giugno a Valbondione i fari saranno puntati anche su Da Col, che tornerà a Bergamo con grandi ambizioni. Difficile fare confronti e valutazioni poiché il bellunese non ha ancora gareggiato: Orobie Vertical segnerà il suo debutto stagionale, in una stagione che ancora una volta dovrebbe proseguire fino a Fully. «Tengo tantissimo all’Orobie Vertical, una gara affascinante che ha un valore aggiunto: è organizzata da Mario Poletti, lo stimo molto, l’evento è suo, non potrei mai mancare!».

Lisa Buzzoni (team La Sportiva), sempre fra le protagoniste dell'Orobie Vertical - foto credit Fabrizio Servalli

Lisa Buzzoni (team La Sportiva), sempre fra le protagoniste dell’Orobie Vertical – foto credit Fabrizio Servalli

Orobie Vertical attrae i veneti ed è irrinunciabile per i bergamaschi doc, tra loro la LaSpo girl Lisa Buzzoni, decisamente la più brillante del team trentino in queste prime fasi di stagione. Nonostante le ottime prestazioni registrate, la campionessa di San Pellegrino conserva con OV un conto in sospeso. «Non sono mai riuscita a vincere!». Che sia l’anno buono? «Vedremo, ancora non so se potrò essere presente all’edizione numero sette, ma una cosa è certa, si tratta di una delle mie gare vk preferite, faccio il possibile per essere ai nastri partenza ogni anno. Mi piace un sacco: il percorso non dà respiro e nell’ultimo tratto ci si trova in piena montagna; il tifo a ‘bordo strada’ non manca mai e tutto è ben organizzato. Insomma, se tempo fa al rifugio ci andavo per passeggiare, ora la migliore occasione per tornarci – da atleta – è proprio l’Orobie Vertical».

Che voi siate campioni bramosi di medaglie, corridori appassionati di montagna, escursionisti incuriositi dalle competizioni, turisti amanti delle altitudini, ogni motivo è valido per non prendere altri impegni venerdì 2 giugno: la settima edizione di Orobie Vertical, confezionata dalla Fly-Up Sport di Mario Poletti il recordman dei sentieri bergamaschi, intitolata alla memoria di Danilo Fiorina, vi aspetta. La gara, il tifo, la sfida contro il tempo, il pranzo al rifugio, i panorami: tutto questo è Orobie Vertical.

Enula Bassanelli

Maggiori informazioni sul sito ufficiale www.fly-up.it e sulla aggiornatissima pagina facebook della gara.