fbpx
giovedì, Maggio 23, 2024

Sarnico Lovere Run sold out: la carica dei 4.500

Il 21 aprile è il girono della Sarnico Lovere Run 2024. Sabato 20 aprile la Kids Run, lunedì 22 aprile La Corsa dei Campioni. Sono 4500 i runner che correranno in un paesaggio da cartolina. Quota rosa al 35%.

Sarnico Lovere Run

SARNICO LOVERE RUN 2024

SARNICO (BG) – È la settimana della 12ª Sarnico Lovere Run, manifestazione organizzata da Moving Factory Ssd dal 20 al 22 aprile lungo le sponde del Lago d’Iseo. L’evento ha raggiunto il sold out, riassestandosi su numeri pre-Covid, sono dunque attese in zona oltre 10mila persone, tra partecipanti alle varie manifestazioni e accompagnatori.

GARE PER TUTTI

Tutta la famiglia potrà misurarsi con la distanza che preferisce nella Sarnico Lovere Run 2024. Prime competizioni sabato 20 aprile con le Kids Run in partenza alle ore 14.30 dallo stadio comunale di Sarnico, potranno partecipare bambini di tutte le età. L’iscrizione è gratuita, al termine dell’evento ci sarà una cerimonia di premiazione. Domenica 21 aprile sarà il turno degli iscritti alla Riva di Solto – Lovere che prenderanno il via alle ore 9.10 per condividere gli ultimi 6 km della gara principale con gli atleti della manifestazione competitiva. L’evento è a carattere non competitivo, quindi adatto a tutti, senza bisogno di tesseramento e certificato medico.

I runner pronti a schiacciare il cronometro della Sarnico Lovere Run partiranno da Sarnico alle ore 9.30 e andranno a caccia di sudore ed emozioni lungo i 25 km che approdano al porto di Lovere. Ancora campioni, lunedì 22 aprile alle ore 9.00 si partirà in motonave per spostare il teatro delle emozioni a Montisola con La Corsa dei Campioni, 9 km con diversi campioni oltre agli atleti keniani e stranieri della Sarnico Lovere Run con partenza alle ore 9.45. Per i partecipanti, compresi nella quota di iscrizione il trasporto in motonave e la possibilità di lasciare a bordo la sacca e, al termine, aperitivo con bollicine e degustazione di prodotti tipici.

I TOP RUNNER

Il primato maschile da battere è del keniano Paul Tiongik (Gp Parco Alpi Apuane) che nel 2019 ha fermato il cronometro a 1h15’20”. In gara per farci sognare il nuovo record del percorso, il keniano Simon Waithira Mwangi (Run2Gether), pochi giorni fa terzo alla Stramilano dove ha anche staccato il suo personal best di 1h00’43”. Con lui il connazionale il keniano Bernard Musau Wambua (Gp Parco Alpi Apuane), 2° al Campionato italiano di Cross 2024 e 3° nel 2023, 4° alla Stramilano 2024 e 3° nel 2023 che ha firmato il personale sulla mezza maratona con 1h00’52” ad Arezzo nel 2022. Sulla linea di partenza anche Manuel Togni (Atletica Valle Brembana), bronzo ai Campionati italiani di Maratona nel 2022, Youssef Khatoui (Atletica Vallecamonica) e Sami Riffi (Atletica Rodengo Saiano Mico).

Più difficile il compito delle donne di far segnare un nuovo primato di gara, attualmente della keniana Dorine Jerop Murkomen (Run2Gether) che nel 2023 ha tagliato il traguardo in 1h23’53”, sgretolando il precedente primato di 1h26’56” appartenuto a Caroline Cherono dal 2015. Occhi puntati sull’azzurra di corsa in montagna Sara Bottarelli (Freezone), vincitrice, tra le altre, dell’ultima edizione della mezza maratona di Brescia, e Lara Birolini (Elle Erre Asd), che ben conosce queste strade per essersi classificata quinta e sesta, rispettivamente nel 2022 e nel 2023.

I NUMERI

Con quasi 4.500 iscritti, sono oltre il 35% le donne al via, un vero orgoglio per gli organizzatori che da sempre promuovono l’importanza dello sport come strumento di benessere, di aggregazione e per godere di un weekend in un contesto naturalistico straordinario. Italia tutta al via, dopo la padrona di casa sgomitano Veneto ed Emilia Romagna per la piazza d’onore, seguite dalla Toscana, un quadro che si riflette anche nel podio di numerosità per provincia e per team, primo posto per Runners Bergamo tallonati da Runners Capriolese e Camisano Running. Gara che sta conquistando un posto anche nel cuore degli stranieri che qui sono oltre 250 da 27 nazioni, Italia esclusa, tra le più rappresentate Regno Unito e Lituania. Atleti da tutto il mondo, quelli che hanno viaggiato di più per prendere parte all’evento sono gli argentini, i brasiliani e gli statunitensi.

“Siamo felici della crescita di questo evento” – ha esordito Filippo Cassarino, presidente di Moving Factory Ssd – “Negli anni abbiamo sempre lavorato perché la manifestazione potesse avere un’anima trasversale e permettere a tutti di partecipare, dai più piccoli ai più maturi, dagli amatori ai campioni. Quest’anno festeggiamo una quota rosa degna di nota ed un nuovo sold out. Se uniamo a questo la bellezza del percorso, l’attenzione per l’ambiente e per il sociale e la partecipazione della comunità, attraverso i volontari, che ringraziamo, ma anche attraverso le istituzioni locali e i partner, possiamo essere soddisfatti di quello che abbiamo creato e delle ricadute economico turistiche che l’evento ha sul territorio. Ora non resta che fare il nostro in bocca al lupo a tutti.”

CURIOSITÀ

I più giovani in gara sono Riccardo e Camilla, rispettivamente 1 e 2 anni mentre hanno un deciso bagaglio di esperienza l’83enne Antonio Botton e la 75enne Enrica Cinquanta. Spengono insieme 508 candeline durante la gara Matteo Abbiati, Nadia Bellini, Marisa Campagnoli, Tania Fiaccabrino, Fabrizio Formigoni, Lewis Garner, Nathalie Inderbitzin, Mario Desiderio Sessi, Barbara Silotto e Silvano Visini.

I SENATORI

In gara anche 16 “Senatori”, Gianbattista Barcella, Angelo Bordogna, Aldo Borghesi, Edoardo Capitanio, Valerio Capoferri, Fabio Corna, Matteo Fedriga, Riccardo Giordano, Carlo Masla, Luigi Paltenghi, Alessio Parolotto, Michele Scandella, Stefano Tironi, Luca Tottoli, Daniele Vuerich e Marco Zanni, sempre presenti a tutte le edizioni della manifestazione, riconoscibili dallo speciale pettorale con il numero color oro per onorare la loro partecipazione.

LA GARA PER L’AMBIENTE

Continua la buona tradizione, iniziata nel 2019, di prelevare l’acqua per i ristori direttamente dalla rete idrica grazie a Uniacque. Verrà dunque utilizzata solo acqua “pubblica” fornita attraverso nove speciali erogatori lungo il percorso e altri due in zona partenza e in arrivo in grado di riempire con acqua pubblica e fresca circa 7/800 bicchieri al minuto, con conseguente risparmio di oltre 20mila bottiglie di plastica sulla strada. Previsto anche il ristoro con sali minerali fornito in bicchieri di carta riciclabile.

IL PERCORSO

sarnico lovere run percorso
RELATED ARTICLES

Most Popular