Banner alto

Banner alto

Sky del Canto firmata da El Mazoury e Musabyeyezu

Undicesima edizione della Sky del Canto in versione speciale. Percorso ridotto e modificato e aggiunta della gara con i cani. La gara di Carvico, vinta da due firme di spessore internazionale, ha assegnato il titolo di campionato italiano a squadre.

sky del canto
Il podio maschile della Sky del Canto firmata da El Mazoury e Musabyeyezu. Foto by Cristian Riva

La vittoria in questa Sky del Canto di 17 km con 1100 metri d+ è andata all’italiano di origine marocchina Ahmed El Mazoury dell’Atletica Casone Noceto che, in testa fin dal primo chilometro, non ha mollato fino alla fine tagliando il traguardo in 1h30’12”. Mazoury, che vanta un 28’46” nei diecimila su strada (Olanda, 2019), ha dimostrato per la seconda volta in un anno di poter dire la sua anche nella corsa in montagna. Difficile per il secondo classificato Iacopo Brasi (La Recastello Radici Group – 1h32’12”), bergamasco di Rovetta e coach di grandi campioni, tenergli testa. Sul terzo gradino del podio il bergamasco di Albino Marco Zanga (1h34’06”) che, insieme al compagno di squadra Bonaldi ha regalato al team Autocogliati Pegarun il campionato nazionale Csen outdoor per società. Medaglia di legno per il beniamino di casa Benedetto Roda della Carvico Skyrunning. Nella top ten Sergio Bonaldi, Lorenzo Rota Martir, Dario Rigonelli, Andrea Santambrogio, Eugenio Bianchi (star delle gare Ocr) e Carlo Curnis.

Leggi anche: la classifica completa della Sky del Canto

Tra le donne la prima classificata è l’atleta di livello internazionale Adeline Musabyeyezu, ruandese del team Autocogliati Pegarun, con il finish time di 1h49’39”. In seconda posizione la 19enne di Sorisole Vivien Bonzi (team Gaaren) che ha chiuso in 1h50’30”. Martina Bilora, del Gefo K-Team e in forza alla nazionale giovanile skyrunning, è terza in 1h57’09”. Ai piedi del podio Samantha Galassi e Francesca Gianola, rispettivamente quarta e quinta. Nella top ten Irene Mantica, Ivonne Buzzoni, Arianna Mariani, Laura Chimienti e Daniela Leoni.

Come da programma alle ore 9.20 sono partiti, sul medesimo percorso di gara, i 33 binomi del dog trail che ha visto trionfare Mattia Minori e Chiara Capezzone vincitori del Campionato Italiano Dog Trail by Csen con i loro compagni a quattro zampe, rispettivamente Puma e Overdose.

La Sky del Canto, come già detto, era valida quale prova unica di campionato nazionale Csen outdoor di mountain run per team. Sul primo gradino del podio di questa classifica tricolore è salita la società Autocogliati con la somma dei tempi pari a 3h10’00”. Seconda la società Recastello Radici Group, tempo 3h13’50”, terza Osa Valmadrera con 3h19’35”.  

La Sky del Canto firmata da El Mazoury e Musabyeyezu, organizzata dalla società Carvico Skyrunning del presidente Alessandro Chiappa, si è svolta domenica 16 maggio nel pieno rispetto di tutti i protocolli e le norme di sicurezza richieste dal periodo, compreso quello di indossare la mascherina alla partenza e per i primi 500 metri di gara. Data la pioggia dei giorni precedenti, il percorso di gara, fangoso, è stato messo in sicurezza dall’organizzazione anche tramite l’ausilio di corde fisse nei tratti più ripidi e scivolosi. Gli atleti, nonostante il terreno difficile, non si sono risparmiati.