domenica, Maggio 22, 2022

Un anno in Asia, lasciando tutto. Dalle Orobie al Nepal, la scelta di Guido Caldara

Un biglietto di sola andata per il Nepal. Guido Caldara, il trail runner bergamasco secondo classificato all’Orobie Ultra Trail, è in partenza per un lungo viaggio alla scoperta dell’Asia. 

guido_caldara_nepal

Sognando l’Asia. Scegliere di cambiare la propria vita viaggiando. «Dalle Orobie alla scoperta dell’Asia, un viaggio lungo un anno intero. Voglio vendere l’auto, la moto e lasciare il lavoro e parto! Quando me l’hai detto ho pensato sei matto, sei ancora in fase adrenalinica dei pochi giorni di vacanza in Nepal. E invece facevi sul serio. Così tra pochi giorni comincerà il tuo viaggio lungo almeno un anno, un biglietto di sola andata destinazione Asia dove comincerà la tua avventura camminando per il Nepal poi la Birmania e chissà cos’altro! Siamo tutti entusiasti per questa tua scelta anche se un po’ mi mancheranno gli allenamenti insieme. Tirarti il collo sulle Orobie, le sparate al Brunone a bere la birra, l’incoraggiamento alla partenza della Orobie Ultra Trail, ma siamo sicuri che ci farai vivere scenari mozzafiato con le tante immagini che manderai da laggiù!».

Guido_Caldara_2017_cena_viaggio

Questa la dedica del leone delle Orobie Marco Zanchi all’amico di mille allenamenti Guido Caldara, il secondo classificato alla Orobie Ultra Trail 2016. Caldara (qui l’intervista di Montagna Express) è in partenza per un lungo viaggio, zaino in spalla, per visitare uno dei luoghi più emozionati della terra dal punto di vista degli amanti della montagna. Un viaggio che attraverserà il Nepal, parchi nazionali dell’Anapurna, Manaslu, Langtang, puntando al campo base dell’Everest, per poi dirigersi in Birmania e valutare quanto le gambe abbiano ancora voglia di camminare e scoprire.

Cosa ti ha lasciato il tuo viaggio in Nepal?, gli avevamo chiesto a dicembre: «Vedermi sotto un ottomila metri – aveva risposto – mi ha fatto sentire piccolo piccolo, ne ero intimorito ma allo stesso tempo attratto, come se ci fosse qualcosa che in qualche modo ci unisse. Poi i sorrisi della gente, i colori, i profumi: è stato amore a prima vista. Semplicemente mi sono reso conto, in modo definitivo, che amo la montagna, la natura e ho bisogno, un forte bisogno, di muovermi e di scoprire».

Per l’occasione il trail runner viaggiatore ha creato il blog East Hiker e la relativa pagina facebook. Buon viaggio Guido!

[smart-grid row_height=”140″ mobile_row_height=”140″ captions=”false” font_family=”Helvetica, Arial” title=”false”]

[/smart-grid]

RELATED ARTICLES

Most Popular