Banner alto

Banner alto

Vittoria keniana alla Brescia art Marathon, terzo posto bergamasco nella mezza

Condividi su:

Sole e musica nella Brescia Art Marathon che quest’anno si è fatta in 4, maratona, mezza, dieci chilometri e gara non competitiva per soddisfare i gusti di tutti i podisti. Nella maratona il primo a presentarsi al traguardo è stato l’etiope Haile Tolossa BeKuma che ha chiuso la sua gara in 2 ore 13’24” seguito dal keniano Edwin Kiptanui, atleti entrambe fuori gara. Così la vittoria, almeno quella ufficiale è andata al sud tirolese Hermann Achmuller che ha tagliato il traguardo in piazza Loggia con il tempo di 2.25.47. Secondo posto per Francesco Milella e terzo per Stefano Ripamonti. Undicesimo e primo dei bresciani Antonio De Francesco dell’Atletica Rodengo Saiano (2.47.32).

Tra le donne il successo è andato a Barbara Ottelli, neo campionessa provinciale dell’Asd Cus Brescia, che si è imposta con il tempo di 3.06.23; Otelli ha preceduto la compagna di squadra Enrica Carrara e Ilaria Maria Fossati del Road Runner Club Milano. La prima a presentarsi però al traguardo ma posta “fuori classifica”, è stata l’etiope Arbe Zeytuna Mude, che è arrivata al traguardo in 2.35.05. Ed è la prima volta nella storia della Brescia Art Marathon che a dominare tra le donne non è una keniana. Passando alla mezza maratona la vittoria è andata a Georg Brunner che ha chiuso con il tempo di 1 ora 10 25 seguito dal bresciano Simone Bonomi del San Rocchino, terzo il bergamasco Thomas Capponi dei Runners Bergamo.

Il sole ha accompagnato tutta la manifestazione contribuendo così alla grande festa di musica e sport organizzata come sempre dalla rosa associati del dottor Gabriele Rosa, la maratona è stata una vera e propria festa dello sport e non solo, vista la musica lungo il percorso e all’arrivo: tremila gli agonisti al via, senza contare i tantissimi che hanno preso parte alla Family Walking e gli oltre 600 bambini che sabato hanno dato vita alla Tomorrow Runners.