fbpx
sabato, Novembre 26, 2022

La zampata di Fabio Bonfanti alla Ciaspalonga delle Marmarole

Una maratona dolomitica da correre con le racchette da neve: è la Ciaspalonga delle Marmarole, organizzata nel bellunese da CadorEventi. Appuntamento invernale unico nel suo genere, attesissimo da molti amanti della discilpina, tra cui i big orobici Fabio Bonfanti e Flavio Ghidini.

I due atleti non hanno voluto mancare all’appuntamento sulle montagne del Cadore. L’esito della gara non è mai stato scontato finché, a meno 3 km dal traguardo, in prossimità dell’ultimo ‘cambio ciaspe’, Fabio Bonfanti è balzato definitivamente in testa e ha conquistato la quarta edizione di questa affascinante e durissima manifestazione. Anche Flavio Ghidini (amico e compagno di allenamenti del vincitore) si è reso protagonista della Ciaspalonga, fra i migliori in salita, quarto assoluto. Ma veniamo alla cronaca.

Ciaspalonga delle Marmarole 14 febbraio 2015 Fabio Bonfanti e Daniele Fornoni - photo credit CadorEventi
Fabio Bonfanti e Daniele Fornoni, rispettivamente primo e secondo classificato, con gli organizzatori Giacomo Rorato e Christian Zandonella – photo credit CadorEventi

Belluno – Si è corsa sabato 14 febbraio 2015, sulle nevi del Cadore, la quarta edizione della Rock Experience Ciaspalonga delle Marmarole, l’unica maratona al mondo da correre con le racchette da neve. Percorso da 42 km e 2600 metri di dislivello positivo. Al via i migliori specialisti italiani del trail running si sono dati battaglia lungo tutto il percorso che gli organizzatori di CadorEventi hanno tracciato per portare gli atleti a scavalcare le Marmarole.

TRE PUNTI PER IL CAMBIO CIASPE – Per la prima volta quest’anno la gara prevedeva tre cancelletti per il “cambio ciaspe” per correre su tratti non innevati. Una novità per gli atleti costretti ad organizzarsi per perdere il minor tempo possibile durante in cambio. Pronti via alle ore 6 di mattina da Auronzo di Cadore con un tracciato che quest’anno prevedeva la salita al rifugio Monte Agudo e subito 750 metri di dislivello in poco più di 3 chilometri.

DANIELE FORNONI AL COMANDO – Si è subito portato in testa Daniele Fornoni, atleta del Team Baldas, controllato a vista dal terzetto Bonfanti, Corsini, Ghidini del Team Tsl. Ritmo decisamente elevato fin dalle prime battute di gara con l’atleta Torinese deciso più che mai a portarsi a casa la vittoria dopo il secondo posto di 2 anni fa. Appena passato il rifugio Monte Agudo, gli atleti hanno imboccato il sentiero numero 1 del Cadore Regno delle Ciaspe dove, dopo alcuni chilometri di spettacolare single track sulla cresta del col Burgiou, hanno raggiunto il primo ristoro al Pian dei Buoi.

ciaspalonga delle marmarole cadore belluno ciaspole febbraio 2015 (11)

IL QUARTETTO – Lì i 4 transitavano praticamente ancora insieme inseguiti a 2 minuti dall’azzurro Ivan Geronazzo da Giulio Piana e da Stefano Ruzza del Team Vibram già vincitore di numerose gare tra cui la 100 km del Sahara. Tra le donne manteneva fin da subito un ottimo passo la bolognese Roberta Lorenzi decisa a conquistare per la seconda volta le Marmarole, inseguita dalla vincitrice della scorsa edizione Monica Penzo e da Cristiana Follador.

BONFANTI C’È – Al ristoro di metà gara al Caravaggio, Fornoni e Bonfanti arrivavano davanti di pochi secondi a Corsini e al sorprendente Piana. Al cambio ciaspe, poco oltre il ristoro, erano praticamente tutti insieme. Si prospettava una battaglia all’ultimo respiro sulla seconda salita verso il rifugio Antelao. Al Ristoro del Prapiccolo, al km 30, i quattro erano ancora vicini e così ripartivano dopo aver infilato nuovamente le racchette da neve.

SUPER RIMONTA DI GHIDINI – In soli 2 km, tra il Prapiccolo e il rifugio Antelao, il gruppetto si disuniva. Fornoni transitava con 8 secondi su Bonfanti e, dietro, grande rimonta di Flavio Ghidini che all’Antelao transitava in terza posizione, superando in salita sia Piana che il 2 volte vincitore della Ciaspalonga Alfredo Corsini il quale cedeva improvvisamente per un problema al ginocchio; lì dove 2 anni fa aveva costruito la vittoria su Fornoni, oggi il “re” doveva abdicare.

ciaspalonga delle marmarole cadore belluno ciaspole febbraio 2015 (12) fabio bonfanti

IL SORPASSO DECISIVO – La discesa verso Pozzale i 2 di testa la correvano a ritmi elevatissimi con Fabio Bonfanti “sornione” a controllare a brevissima distanza Daniele Fornoni che perdeva la leadership della corsa proprio al terzo cambio sopra l’abitato di Pozzale. Fabio Bonfanti si involava verso il traguardo in Piazza a Pieve andando a vincere in 4 ore e 36 la sua prima Ciaspalonga con un minuto e 30 secondi di vantaggio su Fornoni.

GHIDINI IN DISCESA PERDE LA TERZA POSIZIONE – Nulla poteva, nella discesa dal Tranego, Flavio Ghidini, l’Alpino di Bergamo: doveva cedere la terza posizione a Piana che chiudeva con un ritardo di soli 11 minuti dal vincitore. Con distacchi sotto l’ora chiudevano anche Ruzza, Fantoli, Geronazzo, Favaretto, Angeli e Giulianetti.

AL FEMMINILE VINCE LORENZI – Nel frattempo Roberta Lorenzi manteneva saldamente la testa della gara femminile e nulla concedeva alle sue avversarie anzi via via guadagnava terreno e andava a vincere con un tempo di 6 ore e 24 minuti addirittura sedicesima assoluta della classifica maschile e femminile. Seconda Monica Penzo e terza Cristiana Follador che recuperava nella discesa dal Tranego correndo più veloce di tutte ma non sufficientemente da raggiungere la Penzo.

ciaspalonga delle marmarole cadore belluno ciaspole febbraio 2015 (9) photo credit Graziano Annovi modenacorre.it
photo credit Graziano Annovi modenacorre.it
ARTICOLI CORRELATI

Most Popular