Banner alto

Banner alto

E tu… vieni al Banff?

Condividi su:

Nella serata del 10 marzo, il Banff Film Festival World Tour è tornato a Bergamo per ispirare, motivare e far sognare il suo ormai affezionatissimo pubblico.

BMFFWT-ITALY2016_Golden-Gate-06-Jon-Glassberg-Louder-Than-Eleven-750x500Per chi ancora non avesse avuto la fortuna di potersi accomodare in una poltrona di una delle 24 sale delle altrettante città italiane che stanno ospitando la quarta edizione del Banff Film Festival World Tour Italy, è dovuta una spiegazione di quella parola esotica ed evocativa che è Banff.

Prima di tutto, Banff è una cittadina nello stato di Alberta, nel Sud-Ovest del Canada, conosciuta anche come stazione sciistica. Inoltre, è sede del Banff Film Festival, una rassegna dei migliori film sullo sport, veri e propri racconti di imprese straordinarie, vissute in contesti naturali incontaminati e suggestivi.

Sale cinematografiche gremite di sportivi, facilmente riconoscibili dalle loro calzature colorate e super-tecniche, giornalisti specializzati e grandi appassionati. Due ore di proiezione di corto e medio metraggi dedicati agli action sport al limite dell’immaginazione, tutti accomunati da immagini spettacolari e soundtrack coinvolgenti. Questa è l’atmosfera del Banff Film Festival World Tour, che porta in giro per il mondo un’accurata selezione dei film dei migliori filmati presentati tra il 30 ottobre e l’8 novembre 2015, a Banff appunto, in occasione della quarantesima edizione.

BMFFWT-ITALY2016_Curiosity-04-From-the-film-Curiosity1-750x422La difficile selezione pensata per l’Italia, ha portato nel bel paese 9 film che spaziano dall’arrampicata al freeride, dal kayak al parapendio, senza dimenticare surf, mountain-bike e ultra-trail running. Un ricco ventaglio che abbraccia le discipline sportive più adrenaliniche, trovando un convinto riscontro nel pubblico sempre crescente, ad ogni edizione. Pubblico che quest’anno viene invitato a partecipare attivamente, assegnando la propria preferenza al film più apprezzato sul sito, su Facebook oppure su Twitter.

La magia del Banff viene anche dallo stupore di lasciarsi travolgere da immagini stupende, panorami di terre lontane e terreno di gioco di sportivi animati da un puro e primordiale bisogno di scoperta e di avventura. Senza quindi raccontare ciò che la serata di Bergamo ha permesso di vivere, vi invitiamo a scoprire il calendario completo delle prossime tappe. Nel frattempo, preparatevi soltanto ad avventurarvi nella soffice powder giapponse, correre 160 km su sentieri emozionanti, risalire una delle vie della Mecca dell’arrampicata – la Yosemite Valley-, surfare le acque di un fiume per raggiungere poi l’estremo Nord e scattare una foto impossibile, scendere a tutta su una bici da downhill, organizzare una gita in kayak sulle cascate del Niagara, lanciarvi da un parapendio con snowboard ai piedi o fare un salto nel vuoto con una mountain-bike!

Il Banff è tutto questo, perciò se vi dovessero chiedere “Vieni al Banff?” rispondete solo e semplicemente “Sì”.

Sara Taiocchi